Grande Fratello 16, Kikò Nalli shock:”Mi hanno chiesto il pizzo”

Nonostante sia iniziato da pochi giorni, il Grande Fratello 16, sta già facendo parlare e discutere. Tra i protagonisti di questa edizione c’è anche Kikò Nalli hair stylist conosciutissimo ed ex marito di Tina Cipollari.

Il concorrente ha raccontato un episodio che gli ha sconvolto la vita. Era solo giovanissimo quando è stato vittima di ritorsione da parte di alcuni malintenzionato che l’hanno costretto a chiudere il suo negozio.

Fortunatamente Kikò Nalli non si è arreso e ha continuato a girare l’Italia per dare sfogo alla propria passione e al proprio talento. I fatti gli danno ragione visto che oggi è titolare di diversi saloni ed è uno dei parrucchieri più conosciuti e apprezzati del nostro paese.

Kikò Nalli carriera e matrimonio con Tina Cipollari

Chicco Nalli, conosciuto con il nome di Kikò Nalli è nato a Sabaudia nel 1970. Mostra la sua passione per quella che diventerà il suo lavoro, ovvero il parrucchiere già da piccolo. E’ solo un adolescente quanto comincia a lavorare in un salone locale. Comprensibilmente la svolta nella sua carriera arriva quando decide di partecipare ad un programma televisivo, parliamo di Uomini e Donne.

Qui cerca di corteggiare Zahida senza successo ma proprio nel dating show di canale 5 conosce quella che diverrà sua moglie ovvero Tina Cipollari. Comincia così a lavorare anche per diverse star del mondo delle televisione italiana e non solo tanto da diventare uno dei testimonial delle sorelle Kardashian. La relazione tra Kikò Nalli e Tina Cipollari dura per diversi anni e dal loro amore sono nati 3 bambini: Mattias, Francesco e Gianluca.

La notizia è di qualche mese fa, i due si sono separati anche se sono rimasti in buoni rapporti come entrambi hanno sottolineato. Ora per lui la nuova avventura all’interno della casa del Grande Fratello 16.

Il racconto shock di Kikò

Durante la sua permanenza all’interno della casa del Grande Fratello, Kikò Nalli, ha raccontato di alcuni episodi che gli hanno condizionato e in un certo senso cambiato la vita. Il giovane Chicco, dopo aver aperto il suo primo salone a Sabaudia, ha ricevuto minacce da una famiglia che gli chiedeva il pizzo. La famiglia in questione conosceva il parrucchiere dopo averlo invitato a pranzo gli ha fatto trovare una pistola sul tavolo e gli hanno chiesto 50 milioni di lire.

Il giovane Kikò Nalli preoccupato e impaurito piuttosto che pagare il pizzo ha chiuso il suo salone ed è andato via. La sua carriera è ripartita da Rimini, dove ha avuto la possibilità di lavorare con importanti hair stylist, riuscendo pian piano a farsi largo e a diventare quello che è oggi.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!