Juve: Per Barzagli si allungano i tempi di recupero

barzagli juve infortunio
Si allungano i tempi di recupero per Barzagli

Brutte notizie arrivano dall’infermeria della Juventus: Caceres starà fuori un mese mentre per Barzagli si allungano i tempi di recupero.

Il difensore uruguaiano ha rimediato uno stiramento nella partita contro la Roma e rientrerà a novembre.
Invece il difensore toscano si era operato alla caviglia a inizio luglio per risolvere i problemi di tendinopatia che da tempo lo tormentavano. I tempi di recupero prevedevano un’assenza di tre mesi dai campi di gioco, ma il lavoro differenziato effettuato durante la preparazione estiva avevano fatto sperare in una riduzione dei tempi.

Infatti sembrava che Barzagli potesse rientrare già tra la fine di settembre e i primi di ottobre. Purtroppo per i bianconeri, gli esami effettuati alla vigilia del match con la Roma hanno evidenziato dei nuovi problemi al calcagno operato e così il rientro di Barzagli è slittato di altri 30 giorni. Stando al bollettino medico attuale, il difensore toscano dovrebbe rientrare verso la metà di novembre, ma se i lavori di recupero non dovessero portare nessun miglioramento, lo juventino potrebbe rientrare addirittura a dicembre e, nel peggiore dei casi, a gennaio 2015.

Brutte notizie, quindi, per Allegri che adesso si ritrova a disposizione solo tre difensori per tre posti da titolare: Bonucci, Chiellini e Ogbonna, con quest’ultimo che sta giocando in una posizione adattata nel centro-destra della difesa. A questo punto l’allenatore toscano sta meditando sulla soluzione da adottare per far fronte a questi infortuni.

La prima è quella di anticipare il cambio di modulo e di passare subito alla tanto chiacchierata difesa a quattro che dovrebbe far fare il salto di qualità ai bianconeri in Europa. In questo modo, Allegri avrebbe a disposizione tre difensori per due posti da centrale e potrebbe così attendere con più calma il rientro di Marrone che dovrebbe essere il primo dei tre infortunati a tornare a disposizione.

L’altra soluzione è invece quella di continuare con la difesa a tre e arretrare Vidal durante qualche partita in modo da far rifiatare uno dei tre difensori. Il cileno era già stato impiegato nel ruolo di perno centrale difensivo da Conte, mettendo in mostra delle ottime prestazioni. Una cosa è certa: la difesa meno battuto del campionato non è di certo la più fortunata…

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!