‘Il cancro non è una malattia…’: Romina Power e il titolo choc del libro postato sui social

Romina Power

Romina Power spiazza tutti con un post sul cancro

Come tutti ben sanno la malattia del secolo è il cancro che se non curata bene e presa in tempo causa delle terribili conseguenze. Romina Power alcune ore fa ha toccato il tema, ma no scrivendo di suo pugno ma postando un libre con un titolo discutibile.

Romina Power e il messaggio sui tumori

Romina Power ha lasciato tutti di sasso con la condivisione di una foto di un libro che parla di cancro. L’ex moglie di Al Bano, ha praticamente lanciato in modo indiretto un messaggio sui tumori riportando la copertina di un libro di Andreas Moritz, autore di un volume che parla del cancro in una visione alternativa.

A primo impatto i follower della cantante statunitense si sono preoccupati un po’. Per quale motivo l’artista ha messo questo post? In pratica il libro in questione ha un titolo altisonante, ovvero ‘Il Cancro non è una malattia’. Resta il fatto che tutti coloro che la seguono sono rimasti turbati. (Continua dopo il post)

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Great book, great author! #cancer #cure #health

Un post condiviso da Romina Power (@rominaspower) in data:

La storica coppia tra qualche settimana insieme per un nuovo concerto

E se Al Bano per il momento è in giro per l’Italia realizzando dei concerti da solista e alterna la musica con i lavori a Cellino San Marco, Romina Power è nel Winsconsin. La cantante ha postato alcuni scatti incredibili. Infatti in quel Paese c’è stato un brusco calo delle temperature al punto che ha nevicato molto. I due cantanti si ritroveranno insieme solo tra qualche settimana in occasione del loro prossimo concerto.

Un tour, quello del 2019, che si è visto detrarre una tappa. Qualche giorno fa, infatti, l’addetto stampa della storica coppia ha comunicato che la loro performance in Germania è saltata senza alcun motivo valido. Al Bano e Romina Power, infatti, si sono rivolti ai loro avvocati per agire legalmente contro l’organizzatore dell’evento.