Fabrizio Corona, in carcere fino al 2023: L’appello dell’ex paparazzo ‘Datemi un’altra possibilità’

Fabrizio Corona, in carcere fino al 2023: L'appello dell'ex paparazzo 'Datemi un'altra possibilità'
Fabrizio Corona, in carcere fino al 2023: L'appello dell'ex paparazzo 'Datemi un'altra possibilità'

Sono in arrivo delle brutte notizie riguardanti Fabrizio Corona. Dopo le parole strazianti di Giacomo Urtis, l’imprenditore siciliano rischia di dover rimanere in carcere. Ma non è tutto! Proprio in queste ore circola una notizia riguardante un prolungamento della pena!

Tutto ciò sta generando tantissime polemiche sui social. Da una parte c’è chi trova assurdo che molti delinquenti siano ancora a piede libero mentre Corona no, dall’altra parte c’è chi incolpa Fabrizio per quello che gli è successo. Intanto, pare che l’ex re dei paparazzi abbia fatto un appello ai giudici…

Corona? ‘Resti in carcere e sconti un anno in più’

Sono trascorse oltre tre settimane da quando Fabrizio Corona è stato prelevato dalla sua abitazione per essere ricondotto in carcere. In tutto questo tempo, da San Vittore sono trapelate pochissime notizie sul suo conto. Amici e famigliari del celebre re del gossip sono molto preoccupati per la situazione in cui versa.

In queste ore è trapelato un nuovo dettaglio a dir poco preoccupante. Ebbene, pare che la Procura generale abbia chiesto la revoca definitiva dell’affidamento terapeutico e che la permanenza dell’ex paparazzo venga prolungata di un altro anno! Questo significa che Fabrizio Corona potrebbe ‘rivedere la luce del sole’ soltanto nel 2023.

L’appello di Fabrizio Corona ‘Datemi un’altra possibilità…’

Se questa istanza verrà accolta dai giudici, per Fabrizio Corona si prospettano quattro lunghi e difficili anni. L’imprenditore siciliano, inoltre, pare abbia lanciato un appello ai giudici chiedendo un’altra possibilità.

‘Mi sono reso conto di aver fatto qualcosa che non andava bene, datemi un’altra possibilità. (Corona)’

Gli avvocati di Fabrizio, in questi giorni sono al lavoro per cercare di ottenere un nuovo affidamento terapeutico più restrittivo del primo. In caso in cui l’imprenditore dovesse riuscire a lasciare San Vittore, dovrà frequentare una comunità terapeutica per almeno tre giorni a settimana. In questo caso, Corona potrebbe tornare a dormire nel suo letto a patto che cambi vita e righi dritto. Deve abbandonare ‘eccessi e comportamenti sopra le righe’. Non resta che attendere il verdetto finale.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!