Caterina Balivo ‘colpita’ a Vieni da me’: ecco cosa è successo oggi pomeriggio con Eleonora Giorgi

Balivo

Caterina Balivo turbata a Vieni da me: ecco il motivo

Nonostante la giornata di festa, si festeggiava Pasquetta, Vieni da me è andato regolarmente in onda su Rai Uno. Protagonista dell’intervista cassettiera di lunedì è stata Eleonora Giorgi. L’attrice è produttrice si è confessata a 360 gradi rivelando delle cose che hanno colpito la padrona di casa Caterina Balivo. Quest’ultima, infatti, ha interrotto il racconto dell’ospite dicendo questo:

“Mi colpiscono queste contraddizioni: fanno capire quanto la famiglia davvero poi conta in un percorso professionale… Tu fai fatto la scelta di girare un film erotico, ma non era la tua indole…”.

In pratica la conduttrice napoletana è rimasta praticamente senza parole quando la Giorgi le ha detto che da giovane ha girato dei film con delle scene spinte solo per attirare l’attenzione dei suoi genitori.

Il racconto di Eleonora Giorgi colpisce Caterina Balivo

Ma non è finita qui.

“Ero una pariolina […] ho fatto un colpo di testa: mi hanno proposto un film e ho accettato”

ha rivelato Eleonora Giorgi nel salotto di Vieni da me, lasciando praticamente basita Caterina Balivo. L’artista Rai, infatti, ha aggiunto questo:

“Ho detto subito si. Speravo che mia madre e mio padre si accorgessero di me. Ero disperata perchè loro avevano quarant’anni e pensavano alla loro vita. Invece non se ne è accorto nessuno… se ne è accorto solo il pubblico! E lì è venuta fuori una confusione: io un’attrice erotica?!”.

La nota attrice che ha avuto un figlio con Massimo Ciavarro è apparsa molto turbata durante il racconto. Nonostante tutto, la donna ha continuato così:

“Avevo avuto solo due ragazzi, eppure gli uomini mi guardavano concupiscenti. Io non ero all’altezza delle loro fantasie. E’ stato un casino…”.

Rendendosi conto di aver intristito tutto il pubblico presente nello studio Fabrizio Frizzi di Roma, l’ospite di Caterina Balivo ha voluto cambiare argomento dicendo che è Pasquetta e bisogna essere più allegri.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!