Ariana Grande difende Justin Bieber dopo le critiche per il playback

Ariana Grande
Ariana Grande

Ariana Grande ha difeso l’amico e collega Justin Bieber che durante il suo ultimo concerto al Coachella festival ha cantato in playback.

Ariana Grande ha difeso l’amico e collega Justin Bieber per aver cantato in playback al Coachella festival. La cantante durante la sua recente performance all’evento californiano ha sorpreso i suoi fan portando sul palco proprio Bieber, che non era in scaletta, e adesso ha voluto pubblicamente difenderlo dopo che Justin è stato criticato per aver cantato in playback in quell’occasione.

Ha detto: “Abbiamo deciso di fare questa sorpresa 10 minuti prima che partisse il mio concerto. Non avevamo fatto un soundcheck, nessuna prova. Nella maggior parte dei camei si canta in playback. Le persone non capiscono cosa significhi essere sempre sotto la lente d’ingrandimento. Siamo stati tutti felici di aver avuto di nuovo Justin sul palco”.

Qualche giorno fa anche Justin aveva parlato dell’esperienza e delle critiche e si era detto molto contento di essere tornato su un palco dopo tanto tempo.

Su Twitter aveva spiegato: “Pensate se spendesse solo la metà del tempo che spendete a ridere degli altri, a incoraggiare le persone, potreste portare molta positività. Il bello è che avreste una piattaforma per farlo… e invece preferite sminuire le persone.

Pensate a quanto gioia mi abbia dato tornare sul palco dopo una lunga assenza e fare quello che mi piace fare di più, ho cantato in playback come succede durante la maggior parte dei camei ai concerti. Possiamo trovare qualcosa di negativo da dire su tutto e su tutti… Quand’è che diventeremo persone che provano ad aggiungere qualcosa di bello invece di farci del male a vicenda?”.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!