Pamela Prati, arrivano le prime denunce: ecco chi rischia per la vicenda Mark Caltagirone

Barbara D'Urso

Parla l’avvocato di Pamela Prati

Il prossimo 8 maggio Pamela Prati e Mark Caltagirone dovrebbero convolare a nozze smentendo così tutte quelle voci che dicono che sia una storia inventata. In attesa di quel giorno, l’avvocato della soubrette sarda, Carlo Taormina, ha rilasciato una lunga intervista a Novella 2000, il magazine di gossip diretto da Roberto Alessi. Andiamo a vedere cosa ha dichiarato. (Continua dopo la foto)

Carlo Taormina, l’avvocato della soubrette sarda Pamela Prati

Il legale Carlo Taormina intervistato da Novella 2000

Intervistato da Novella 2000, l’avvocato Carlo Taormina ha rivelato che nei prossimi giorni partiranno le prime azioni legali verso coloro hanno scandagliato la vita di Pamela Prati e le sue due manager. Il primo sito finito nella lista è FanPage.

“Intravedo due filoni: uno penale e uno civilistico, più inerente alla mera tutela della privacy. In questi giorni partiranno azioni legali […]. Possono essere fatte tante cose, vedremo… Tra coloro che potrebbero essere colpiti dalle azioni legali di Pamela Prati c’è Fanpage, ha pubblicato delle cose che sono sotto la mia particolare attenzione […]”,

ha riferito il legale alla rivista.

L’avvocato Carlo Taormina conosce Mark Caltagirone? La sua risposta 

Ma non è finita qui. Infatti il giornalista di Novella 2000 ha chiesto all’avvocato Carlo Taormina se conosce personalmente Mark Caltagirone, ovvero il presunto sposo della Prati. Ecco le parole del legale:

“Conosco Pamela Prati da trent’anni perché ero un affezionato del Bagaglino e amico del regista Pier Francesco Pingitore. Certo che Pamela è rimasta bella, anzi forse è più bella di prima, nonostante l’età sia trascorsa per tutti. È una donna interessante…”.

Cosa voleva far intendere? Intanto dopo il lungo silenzio social, Pamela Prati è tornata attiva sul suo profilo Instagram. La ex prima donna del Bagaglino si è mostrata sorridente e non ha menzionato la polemica che da oltre un mese la coinvolta.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!