Juve: Rugani nel 2015, ma su di lui c’è una big…

juve rugani empoli mercato
Daniele Rugani è in comproprietà tra Empoli e Juve

Daniele Rugani è sicuramente uno delle sorprese di questo inizio di stagione. Le ottime prestazioni con l’Empoli hanno addirittura convinto Antonio Conte a convocarlo per gli impegni europei della nazionale.

Tuttavia, il difensore classe 1992 è stato generosamente prestato all’Under 21 di Di Biagio che si trova in piena emergenza difesa dopo l’infortunio di Alessio Romagnoli. La convocazione nella nazionale maggiore resta comunque un dato di fatto e anche un attestato delle qualità del difensore che si trova attualmente in comproprietà tra Juventus e Empoli.

Rugani erede di Barzagli o di Pepe?

E proprio i bianconeri hanno intenzione di riportare a Torino il difensore che è stato designato come l’erede di Andrea Barzagli. Le recenti prestazioni di Rugani hanno però attirato anche l’interesse di Carlo Ancelotti, allenatore del Real Madrid che sta cercando un sostituto di Pepe. Il difensore portoghese compirà 32 anni ed è molto probabile che lascerà il Real a fine stagione. Ancelotti sta così cercando un giovane forte e di prospettiva su cui basare la nuova difesa della sua squadra. È possibile che i Blancos facciano un tentativo già nel mercato invernale, ma appare molto difficile che i bianconeri decidano di privarsi di un giovane così interessante e di prospettiva.

Attestati di stima

Anche Bonucci ha parlato del suo compagno di nazionale, definendolo un ragazzo di grande talento e umile allo stesso tempo.
Rugani, invece, ricorda un allenamento con la prima squadra della Juventus dove ebbe modo di conoscere proprio il suo attuale commissario tecnico Antonio Conte:”Stando a Torino ho imparato il significato della vittoria. Mi ricordo un allenamento in cui Conte e Buffon fecero un discorso molto forte alla squadra che in quel momento stava attraversando una fase di calo e con il Napoli che si stava avvicinando in classifica. Rimasi a bocca aperta ascoltando quello che dissero, in particolare Buffon. Lui era furibondo con la squadra e voleva vincere quello scudetto come se fosse stato il primo della sua carriera.

 

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!