Lorena Bianchetti si confida dopo essere diventata mamma della piccola Estelle

Lorena Bianchetti
Lorena Bianchetti, dipiù, Estelle

Allattamento, cesareo e post partum ecco i dettagli

Lorena Bianchetti è diventata madre della piccola Estelle proprio due mesi fa, giorno 5 marzo. A DiPiù ha fatto il punto della situazione ed ha raccontato come ha vissuto il periodo post partum. Racconta di essere arrivata in sala parto felicissima, non vedeva l’ora di avere tra le braccia la sua piccolina, poi però è arrivata la parte più brutta di una comune storia felice ovvero il cesareo, quel taglio che le ha provocato dolori e fitte per un lungo periodo di tempo.

Le sono bastati quattro anni per recuperare il tempo perduto, si è fidanzata con Bernardo, si sono sposati e sono diventati genitori della piccolina, tutto in un’età in cui molti pensano di dover seppellire la speranza, proprio come lei aveva fatto.

Non avrebbe mai potuto immaginare di diventare mamma eppure è successo. Per quanto riguarda il parto cesareo immaginava fosse doloroso ma non così tanto, è stata una delle esperienze più belle e brutte allo stesso momento, non è stato una passeggiata di salite.

Ha avuto tanti dolori dopo la nascita di Estelle che difficilmente dimenticherà. Eppure alla domanda:

“Lorena è già pronta per un altro bebè?”

la Bianchetti risponde che il marito vorrebbe dare subito un fratellino o una sorellina alla neonata ed in realtà vorrebbe anche lei, però non è il momento perchè deve ancora riprendersi dal primo parto. I medici tra l’altro le hanno consigliato di rimanere tranquilla e godersi la piccolina, è stata inoltre sconsigliata una gravidanza in così breve tempo perchè l’utero potrebbe non essere pronto per una nuova nascita.

Lorena Bianchetti, l’allattamento ed il lavoro

Lorena ha parlato anche dell’allattamento ed ha spiegato che è stato parecchio difficile ma d’altronde lo è per tutte le donne che hanno affrontato il parto cesareo. Ringrazia particolarmente un’ostetrica che l’ha seguita sia in ospedale che anche a casa, le ha permesso di allattare la sua piccolina con gioia ed amore. Ma come fa ad allattarla se si è messa già a lavoro? Con il tiralatte.

La presentatrice ha scelto di utilizzare il tiralatte per mettere una parte di latte in frigo e darle da mangiare ogni volta che la bambina ha fame. Chi ci pensa a lei? La nonna, o il marito che la aiuta tantissimo. Ci tiene a precisare che non trascorre molte ore fuori casa, si tratta di un massimo di 3 ore e che la bambina non è mai sola perchè è sempre in compagnia di qualcuno sempre pronto a ricoprirla di attenzioni ed amore.