Festival di Sanremo 2020: Maurizio Costanzo spinge per Mina e Amadeus

Festival di Sanremo 2020

Mina e Amadeus al Festival di Sanremo 2020. Una semplice voce nelle prime ore, una concreta possibilità oggi. Il nome del presentatore romagnolo è da tempo che viene accostato alla kermesse canora e pure il diretto interessato aveva dato segnali di apertura in una intervista a Sorrisi e Canzoni TV.

Si ipotizzava l’ennesima collaborazione con Carlo Conti, che, dopo tre edizioni consecutive, aveva espresso commenti favorevoli sul ritorno, almeno come direttore artistico. Tuttavia, nel tempo l’ipotesi è tramontata, lasciando un grosso punto interrogativo. Chi prenderà a carico un onore e onere così grande? “Perché non la Tigre di Cremona?”, avranno pensato i vertici della tv di Stato, stando ai rumors che circolano. Un altro mito, Maurizio Costanzo, lancia l’endorsement in veste pubblica.

Mina e Amadeus al Festival di Sanremo 2020: le ultime voci

Ricevuto il sonoro ‘no’ di Claudio Baglioni, che ha preso in rassegna le scorse due edizioni del Festival, la Rai cerca il candidato ideale. Che, con ogni probabilità, non significherà ancora Carlo Conti, pertanto nelle scorse settimane sono state accampate diverse ipotesi, fino all’obiettivo più ambizioso e difficile da raggiungere: Mina. Si è discusso sulla sua eventuale investitura dietro le quinte dell’Ariston, mentre Amadeus, servita la rete per tanti anni, vedrebbe coronato il desiderio più grande.

Se gradirebbe Mina come direttore artistico di Sanremo? Assolutamente sì, ha risposto Maurizio Costanzo a Un giorno da pecora, il programma di Rai Radio 1 condotto da Giorgio Lauro e Geppi Cucciari. Il conduttore ha aggiunto che gradirebbe vederla in ogni veste purché esca da Lugano. La considera molto intelligente, una grande artista, perciò avrebbe i titoli per fare bene a Sanremo, una iniezione di intelligenza. Sintetico invece il giudizio su Amadeus, comunque positivo. Ha spiegato, infatti, che meriterebbe l’investitura.

L’esperienza più stancante del mondo

Non c’è spazio per l’autocandidatura, infatti Costanzo non è minimamente interessato al Festival di Sanremo 2020, diversamente da molti colleghi. Solo in una circostanza il giornalista e conduttore si è recato in Liguria, per curare le conferenze stampa e non è stata un’esperienza memorabile. Quella fu l’esperienza più stancante del mondo. Non vedeva l’ora di partire. E per sua moglie, Maria De Filippi, quando andò a co-condurre con Carlo Conti, fu lo stesso.

Il ritorno di Maurizio Costanzo è fissato in autunno, quando andrà a presentare una nuova edizione del Maurizio Costanzo Show: il talk show verrà trasmesso come sempre in seconda serata su Canale 5.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!