Erede Buffon: La Juve ha scelto il successore

erede buffon juve nazionale
La Juve ha deciso chi prenderà il posto di Buffon

Il tema “Erede Buffon” è da tempo segnato in rosso sull’agenda della dirigenza bianconera. Buffon ha protetto la porta della Juve e della Nazionale come pochissimi portieri hanno fatto nella storia del calcio e la dirigenza bianconera sta così pensando al momento in cui il portiere appenderà i guanti al chiodo.

La società non vuole farsi trovare impreparata e così una delle priorità degli ultimi anni è diventata proprio quella di cercare un degno sostituto di Buffon. I dirigenti juventini hanno monitorato con attenzione molti giovani talenti europei e pare che finalmente sia stato trovato il successore di Buffon: Nicola Leali.

Il giovane portiere classe 1993 è cresciuto nelle giovanili del Brescia, ma il suo talento è così evidente che nel 2012 la Juve decise di versare 4 milioni di euro nelle casse dei lombardi per assicurarsi l’intero cartellino dell’estremo difensore mantovano. Iniziano subito i paragoni con Buffon sia per la giovanissima età d’esordio sia per la serietà e posizione in porta che hanno fatto del giovane Leali uno dei migliori giovani a livello europeo.

Dopo due anni nel campionato cadetto con Lanciano e Spezia, la dirigenza juventina ha deciso di lanciare Leali anche nel massimo campionato italiano con il Cesena di Bisoli. L’estremo difensore è subito diventato uno dei punti di riferimento della squadra e ha messo in mostra le sue qualità, tanto che la Juve ha deciso che sarà lui l’erede designato di Buffon. Resta ancora da capire se la Juventus deciderà di riportare il giovane Leali a Torino già dal prossimo anno e farlo crescere all’ombra di Buffon, oppure se continuare a mandarlo in giro nei campi di provincia per fargli accumulare maggiore esperienza.

Tuttavia i bianconeri continuano a monitorare anche la situazione di Scuffet, portiere classe 1996 di proprietà dell’Udinese. L’anno scorso, Scuffet impressionò tutti tanto che i vicecampioni d’Europa dell’Atletico Madrid arrivarono a offrire 20 milioni per il giovanissimo talento friulano, offerta poi rifiutata dallo stesso portiere. Con la nuova gestione Stramaccioni, Scuffet ha perso la titolarità a beneficio del quasi trentenne Karnezis e così Marotta e Paratici stanno facendo più che un pensierino sul giovanissimo talento.

 

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!
Articolo precedenteNodini di vitello farciti
Articolo successivoMario Balotelli: 1200 euro a settimana per Pia
Neolaureato in Ingegneria Informatica e ho una grande passione per la scrittura. Gestisco due blog personali: uno in cui pubblico tutorial per risolvere problemi per pc e l'altro in cui posto articoli di natura sportiva. Vanto una buona esperienza come copywriter e lavoro attualmente per siti come Freelancer.com, Melascrivi.com e Scribox e O2O. Vanto anche una breve collaborazione con il sito Goal.com.