Pamela Prati, Mark Caltagirone ruba e utilizza una foto di Gianni Sperti, l’opinionista denuncia

Gianni Sperti

Pamela e Mark, la storia continua

La vicenda Pamela Prati e Mark Caltagirone sembra non avere una fine. Dopo la non intervista della soubrette sarda a Live Non è la D’Urso e la notizia che i due promessi sposi si sarebbero lasciati, ora spunta un altro particolare mettendo in mezzo un altro personaggio pubblico. Stiamo parlando dello storico opinionista del dating show Uomini e Donne, Gianni Sperti. Andiamo a vedere nello specifico cosa è accaduto.

Un profilo fake di Mark Caltagirone ha rubato una foto di Gianni Sperti

Nel profilo Instagram (uno dei tanti) di Mark Caltagirone è apparsa una foto che ha spiazzato tutti. Si vede un uomo molto elegante, con abito nero, rigorosamente senza inquadrare il volto, all’interno di un camerino Mediaset. A corredo dello scatto la persona in questione ha scritto questa breve didascalia:

“A presto Marco Caltagirone“.

Ovviamente l’immagine è diventata immediatamente virale, ma non c’è voluto niente a capire che la foto era stata postata in uno dei tanti profili fake a nome si Mark Caltagirone. In realtà lo scatto pubblicato sull’account falso del futuro sposo della Prati era di Gianni Sperti.

Karina Cascella, cara amica dell’ex ballerino ed opinionista dei programmi di Barbara D’Urso, è stata una delle prime persone a rendersene conto, come riferito dal portale web Bitchyf, e in modo scherzoso ha realizzato una Storia su IG:

“Non ci credo, amore scusami ma a Mark piaceva troppo la tua foto”.

(Continua dopo la foto)

La reazione di Gianni Sperti

Dopo aver visionato la Storia della Kascella, immediatamente Gianni Sperti ha deciso di dire la sua su questa assurda vicenda, affermando di non voler essere accostato al nome di Mark Caltagirone e di Pamela Prati. L’uomo ha detto di aver saputo che è stata rubata ed utilizzata una sua foto da tale Mark Caltagirone. Lui ha precisato che non sa chi c’è dietro ma chiunque sia dovrebbe evitare di metterli in mezzo.

“Non permetto ad alcuno di usare una mia foto perché è reato perseguibile legalmente”,

ha concluso l’ex marito di Paola Barale.