Nodini di vitello farciti

Nodini di vitello farciti
Il piatto del giorno: nodini di vitello farciti

La ricetta di quest’oggi è quella dei nodini di vitello farciti. Si tratta di un secondo di carne semplice e abbastanza rapido da preparare, mediamente costoso e senza dubbio originale, che vi permetterà di sorprendere tutti i vostri commensali. L’ideale accompagnamento per questo piatto sono delle verdure di stagione e una bottiglia di buon vino rosso.

Vediamo insieme, dunque, come si realizza questa pietanza.

 

Ingredienti per 4 persone:

4 costolette di vitello

4 fette sottili di emmenthal

4 fettine di salame tipo ungherese

alcune foglie di basilico e salvia tritate

3 cucchiai di farina bianca

1 uovo

qualche cucchiaio di latte

pangrattato quanto basta

olio di oliva per friggere quanto basta

sale e pepe

 

Preparazione:

Procurarsi delle costolette piuttosto spesse, poi, aiutandosi con un coltello affilato, dividerle a metà in senso orizzontale, lasciandole unite solo dalla parte dell’osso.

Aprirle a libro e disporre sulla parte inferiore di ogni costoletta prima la fettina di salame, poi un pizzico delle erbe aromatiche tritate, quindi cospargere di sale e pepe e infine adagiarvi una fettina di emmenthal.

Richiudere bene le costolette, facendo pressione con le mani, quindi passarle nella farina e poi nell’uovo (che si sarà in precedenza sbattuto con il latte e con il pangrattato). Premere ancora bene sui bordi le costolette per evitare che si aprano durante la cottura.

Mettere in una padella un’abbondante quantità di olio di oliva e quando sarà ben caldo far friggere i nodini.

Portarli in tavola caldi, decorando, se lo si vuole, il piatto di portata con fettine di limone alternate a fettine di pomodoro.

 

L’appuntamento con la prossima ricetta è, come di consueto, fissato per domani; intanto, se volete restare aggiornati con tutti i miei articoli di attualità, spettacolo e cucina, potete chiedermi l’amicizia cliccando qui e se siete alla ricerca di idee gustose per i vostri amici intolleranti al glutine, potete seguirmi mettendo il vostro like qui.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!