Lo straordinario talento siciliano nel calcio di Rosario Licata (Foto)

Lo straordinario talento siciliano nel calcio di Rosario Licata

Lo straordinario talento siciliano nel calcio di Rosario Licata è riscontrabile dalla sua lodevole carriera calcistica, nonostante sia ancora giovane. Nato a Sciacca il 16-01-1989, a 15 anni ha firmato per l’Udinese per intraprendere il settore giovanile. Nella squadra primavera è stato allenato da Rudy Vanoli (persona ed allenatore che stima tanto). Con la primavera dell’Udinese, hanno disputato, per ben due volte consecutive, la semifinale scudetto. Una persa ai supplementari contro l’Inter di Mario Balotelli e l’altra con il Siena, ai rigori. All’epoca, con il nostro Rosario, militava tra le fila dell’Udinese primavera, anche il talentuoso Sodinha. Insomma, per Licata, Udine è stata una seconda casa. (Continua dopo la foto)

Dopo la suddetta esperienza, continua ad essere di proprietà dell’Udinese, fino ai 25 anni. E’ stato girato, di anno in anno, in prestito in varie squadre di Serie C. Alla suddetta età, decide di avvicinarsi a casa andando a giocare a Mazara dove ha avuto la fortuna di incontrare mister Giacomo Modica, l’uomo che gli ha rinvigorito la voglia di giocare a calcio. La scorsa estate è approdato con lui a Cava de’ Tirreni. Negli anni, ha giocato sia a centrocampo che in difesa, ma ha sempre dimostrato grande capacità ad adattarsi.

Lo straordinario talento siciliano nel calcio di Rosario Licata è riscontrabile anche nei rapporti umani

Lo straordinario talento siciliano nel calcio di Rosario Licata non è solo nel rettangolo di gioco. Infatti, il nostro campioncino, ha evidenziato come il calcio gli abbia regalato e gli continui a regalare, grandi rapporti di amicizia. Tra queste ricorda quella con Andrea Migliorini, ritrovato a Cava de’ Tirreni, dopo ben otto anni.

Erano stati compagni di squadra in primavera ed erano inseparabili. Anche negli allenatori ha trovato persone che gli hanno insegnato tanto, non solo i già menzionati Vanoli e Modica, ma anche Giovanni Bucaro. Quest’ultimo lo ha fatto crescere tanto come calciatore e come uomo.

Un grande uomo prima del grande calciatore

Insomma, Rosario Licata incarna per eccellenza il calciatore dai sani principi. Avendo girovagato per l’Italia, da nord a sud, ha avuto modo di conoscere tante culture e soprattutto ha fatto in modo di farsi apprezzare ovunque.

I nostri complimenti a Rosario e che i suoi sogni nel calcio possano sempre realizzarsi al meglio, raggiungendo categorie importanti con allenatori che siano sempre in grado di attuare strategie di gioco tali da far divertire la squadra ed i tifosi.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!