Lo straordinario talento pugliese nel calcio di Andrea Libertini (Foto)

Lo straordinario talento pugliese nel calcio di Andrea Libertini

Lo straordinario talento pugliese nel calcio di Andrea Libertini è riscontrabile dalla sua eccezionale duttilità in mezzo al campo. Nato a Lecce il 23/08/1993 ha avuto l’onore ed il piacere di indossare la maglia del Lecce anche se solo a livello giovanile. E’ entrato a far parte, a 10 anni, arrivando in primavera, anche se per soli 6 mesi. Successivamente si è trasferito a Racale, eccellenza pugliese, al Casarano, Cosenza e ad Arezzo in Serie D. Tornando a Lecce, aveva smarrito la voglia di giocare a calcio. (Continua dopo la foto)

Purtroppo, ha visto molte cose durante gli anni che non gli andavano bene. Troppe ingiustizie e situazioni spiacevoli ma per fortuna, tutto è stato superato alla grande. Dopo queste esperienze, solo grazie ad un mister che gli ha voluto bene, ha ripreso a giocare ma solo per divertimento. Disputava il campionato di calcio in promozione nello Scorrano Calcio. Negli anni successivi ha giocato in prima categoria con Porto Cesareo Surbo e alla fine Deghi, sempre grazie a questa persona che ha creduto in me.

Lo straordinario talento pugliese nel calcio di Andrea Libertini e la sua squadra attuale

Lo straordinario talento pugliese nel calcio di Andrea Libertini è anche e soprattutto riscontrabile nel fatto che sia un grande uomo, pieno di principi e ricco di valori. La Deghi è la sua squadra attuale. Trattasi di un piccolo paradiso calcistico. Sono riusciti a vincere il campionato di prima categoria, al primo anno di nascita di questa società. Sono, quindi, approdati in promozione dove si sono salvati alla penultima giornata, dopo una rincorsa non facilissima.

Quest’anno, dove con grande professionalità e programmazione siamo riusciti a vincere i playoff e la Coppa Italia di promozione, ancora non si sa se la Deghi riuscirà a disputare il campionato di eccellenza. Una cosa è certa, una società del genere merita quel palcoscenico ed anche di più, così come confermato da Andrea.

Centrocampista, difensore, esterno alto… in una sola parola: Iron Man

Nasce come centrocampista ma nel tempo il suo ruolo è cambiato spesso grazie alla sua duttilità: terzino, esterno alto, seconda punta. Da un po’ di anni, gioca come esterno alto di attacco, a piede invertito. E’ un mancino naturale e gioca a destra. Insomma, crede di aver trovato la giusta posizione e ciò gli sta regalando le giuste emozioni.

Oltre al calcio, ha un ristorante di “famiglia” dove lavora con suo padre (forse anche per questo ha mollato la ambizioni calcistiche e si è subito rimboccato le maniche lavorando nel ristorante). Gli obiettivi nella sua vita sono tanti e spera di poter ancora far parte della famiglia Deghi. Spera di ritornare a giocare in Serie D, magari con la suddetta società, definita dallo stesso ‘straordinaria’. In bocca al lupo al nostro Andrea.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!