Alba Parietti sulla sua ‘patata al forno’: “Non l’ha vista nessuno”

Ha scoperto tante bellissime del cinema italiano. Eppure, c’è chi ha saputo dire di no a Tinto Brass, tipo chi? Tipo Alba Parietti, che rifiutò la proposta di girare Così fan tutte. Il regista voleva fosse protagonista e, invece, dovette cercare qualcun’altra che ne prendesse il posto, che si rivelò essere Claudia Koll. A ventisette anni di distanza (correva il 1992) la Parietti rilascia alcune confessioni piccanti sul passato professionale.

Alba Parietti: sì al “pudico” Macellaio

Per Belve, programma trasmesso sul canale Nove in cui diverse celebri esponenti del gentil sesso raccontano alla conduttrice Francesca Fagnani come hanno ottenuto l’affermazione sociale, Alba ricorda la clamorosa decisione. Non mostra segni di pentimento perché aveva un bambino piccolo. Questa è però solo parte della verità, infatti la poliedrica piemontese ammette che altri fattori hanno inciso, in particolare, il contenuto del film erano troppo espliciti, andavano oltre.

Al contrario non eccedeva il Macellaio di Aurelio Grimaldi, girato sei anni più tardi: mentre Così fan tutte implicava scene hard, nell’altra opera la sua “patate al forno” non si vede mai, proprio per accordi contrattuali. A proposito dei numerosi passaggi in tv, Alba Parietti sfoggia la consueta comicità, asserendo che lo mandano in onda più de La Passione di Cristo.

Vietato ai minori di 18 anni: una sofferta conquista

Un altro aneddoto spiritoso riguarda il divieto ai minori di 18 anni: fu una conquista ottenerlo visto che volevano mettere il 14. E non avevano tutti i torti. Secondo quanto racconta Alba Parietti, nemmeno la troupe era particolare rapita dallo spettacolo che stavano filmando.

Si accorse che erano decisamente poco erotici quando, girando una delle scene di sesso più ose, i ragazzi della produzione dissero ad Aurelio de Laurentiis che preferivano vedere le partite.

Il rimpianto no a Silvio Berlusconi

Con il passare del tempo Alba Parietti ha saputo conquistare sempre maggiore esposizione nei grandi palinsesti, grazie all’atteggiamento verace e schietto. È infatti una delle opinioniste più in vista e durante l’ultimo Grande Fratello Vip ha diviso la scena insieme ad Alda d’Eusanio. Soddisfazioni tante, ma anche qualche rimpianto.

In particolare, prova rammarico per l’occasione persa sul piccolo schermo, quando rifiutò di lavorare per Silvio Berlusconi nonostante le fossero stati offerti nove miliardi. Infine, Alba Parietti si sofferma sullo scontro in televisione con la giornalista Selvaggia Lucarelli a Ballando con le stelle del 2017 portato in tribunale, tra querele e denunce reciproche sia in sede civile che penale.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!