Allergie di primavera, allergia al polline.

Allergie primaverili, allergia ai pollini, sempre più persone ne soffrono.

Allergie di primavera

Primavera, iniziano le allergie

In primavera le piante fioriscono e con la comparsa dei primi pollini che sono la causa scatenante delle allergie, molti italiani sono costretti a correre ai ripari. Infatti nel nostro paese il 40% della popolazione soffre di allergie derivanti dai pollini di varie piante, che fanno parte della nostra vegetazione.

Chi ha il problema dell’allergia deve tenere sempre sotto controllo il calendario della fioritura e deve evitare le zone ad alta concentrazione di pollini. Evitare in particolar modo di uscire in giornate secche e ventose. Cercare di tenere la casa sempre pulita, lavare spesso le tende e i tappetti che sono dei serbatoi di polveri e pollini.

Sono di grande aiuto gli antistaminici in caso di crisi allergiche e per chi volesse migliorare la propria situazione può sempre fare il vaccino che aiuta a stimolare il sistema immunitario. Prima di poter fare il vaccino è indispensabile fare il test per capire a quali pollini si è allergici.

I primi miglioramenti arrivano solitamente nei primi 10-12 mesi. Continuando la vaccinazione per 2-3 anni alcuni pazienti riescono a risolvere il problema delle allergie primaverili.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!