Ballando con le stelle nella bufera, un ex concorrente: ‘Televoti truccati’

Ballando con le stelle nella bufera, un ex concorrente: 'Televoti truccati'
Ballando con le stelle nella bufera, un ex concorrente: 'Televoti truccati'

Ballando Con Le Stelle 14 è finito da oltre una settimana. A vincere la 14esima edizione è stata la coppia formata da Lasse Lokken Matberg e Sara Di Vaira. UIn quest’ultime ore, però, un ex concorrente del dance show di Milly Carlucci ha alzato un polverone sui social. Lorendo Crespi ha smascherato i metodi di votazione dei vari reality. Ebbene sì, il televoto sarebbe stato truccato!

Ballando Con Le Stelle, le confessioni di Lorenzo Crespi spiazzano il web

Lorenzo Crespi ha condiviso sul suo profilo ufficiale di Twitter l’intervista che Lele Mora ha rilasciato al sito di Dagospia. In sintesi, Dario Gabriele Mora ha confessato di aver comprato i centralini per barare e vincere i reality show. Ha aggiunto che nel suo locale gay venivano Monsignori e i politici, e spesso tornava a casa con i sacconi pieni di denaro.

‘È vero, lui comprò la vittoria di Walter Nudo all’Isola Dei Famosi’

Ha confessato l’interprete di Tommaso Palermo in Carabinieri. Ha sottolineato che anche la conduttrice lavorava per Lele Mora, ma tutto è stato messo a tacere perché erano intoccabili. L’attore ha spiegato che non esiste televoto pulito fino a che la giuria avrà il 50% di voto. Tutto questo – ha chiosato il signor Crespi – lo ha scoperto durante la sua esperienza nella sesta edizione di Ballando Con Le Stelle.

I reality show truffano gli italiani?

Anche se sono passati molti anni dalla sua esperienza a Ballando Con Le Stelle 6, Lorenzo Crespi si è voluto togliere un sassolino dalla scarpa. Su Twitter, ha spiegato  le modalità di televoto di ogni reality show. L’attore ha ribadito che:

‘Se io e te andiamo in gara e al televoto prendo 2500 voti e tu 1500, ma la giuria manovrata ti assegna la gara, automaticamente i tuoi voti diventano 3000. ‘

Con questo concetto, l’attore ha voluto far capire ai suoi follower che gli italiani buttano solo soldi per votare il proprio beniamino. Gli si stringe il cuore al pensiero che, oltre a invogliare il pubblico a votare il proprio concorrente preferito, gli italiani devono pagare il canone. Infine ha chiosato ricordando che anche alla 69esima edizione del Festival Di Sanremo è successa la stessa cosa!

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!