Donatella Rettore contro tutti, pesanti accuse ad artisti italiani

Donatella Rettore
Donatella Rettore dà vista ad un'associazione contro gli haters

Dichiarazioni forti ed irriverenti durante un’intervista indimenticabile

Donatella Rettore in questi giorni si è lasciata andare a dichiarazioni davvero tanto forti e irriverenti, lo sappiamo che non ha peli sulla lingua. La cantante ha sempre avuto un caratterino spigoloso e per questo non si è affatto risparmiata. Piovono critiche anche eccessivamente pesanti su artisti di un certo calibro, polemiche ed attacchi che sicuramente le ritorneranno indietro.

La prima critica è stata diretta a Loredana Bertè, una serie di frecciatine che le hanno condotte dritte dritte in tribunale ma questa storia non avrà mai fine. In questi giorni infatti ha parlato della lite avuta in passato ed ha rincarato la dose aggiungendo dettagli poco carini e delicati.

Donatella Rettore vs Bertè, Bella e Amoroso

Ha dichiarato che Loredana Bertè si sente una sua rivale, sente di dover dimostrare di essere migliore. Il tutto senza un valido motivo dato che da parte della Rettore tutto è alle spalle e non c’è più niente di cui parlare o niente da mostrare. Ha addirittura affermato che se la Bertè avesse vinto Sanremo lei sarebbe stata più che felice. Successivamente però la Bertè l’ha accusata di essere invidiosa e da lì tutto è andato a rotoli. Hanno smesso di parlare ed in tribunale hanno chiuso ogni capriccio perchè i giudici non hanno tempo da perdere con loro.

La stessa rivalità esiste anche tra Donatella Rettore e Marcella Bella, in questo caso la prima vuole chiudere un occhio riconoscendo la sua bravura e la professionalità. Sta sul pezzo, non molla, è una vincente.

Non poteva poi non toccare i giovani e si è quindi parlato di Alessandra Amoroso, secondo lei la ragazza deve ancora crescere, il suo timbro non è dei migliori, non è precisa con la voce e dovrebbe ricominciare a studiare da zero perchè canta con il naso. Allo stesso modo ha criticato tutti coloro che sono usciti da Amici che avrebbero bisogno di una seconda scuola.

Le belle voci devono essere calde, suadenti, come Mina, Milva e la Zanicchi ed Alessandra purtroppo in questo manca. L’Italia l’ha delusa anche perchè nessuno le ha dato il riconoscimento che avrebbe meritato ecco perchè il nostro territorio ha perso a livello di credibilità. In molti l’avevano avvertita dicendo che sarebbe finita nel dimenticatoio e così è stato. Donatella Rettore è stata molto più apprezzata e richiesta all’estero piuttosto che al suo paese ma se ne farà una ragione.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!