Le variabili da considerare quando si parla di mutuo per giovani

Mutui in Italia
Mutui in Italia

Il mutuo è una delle proposte più interessanti per i giovani: avendo di fronte a sé ancora una lunga vita, la possibilità di accendere un mutuo a 25 o 30 anni è una realtà ben reale e accettabile da parte della quasi totalità delle banche che operano in Italia.

Per trovare il miglior mutuo per giovani si deve però sempre considerare che proprio in giovane età si hanno, in genere, minori entrate e possibilità. Cosa che però potrebbe cambiare rapidamente nel corso degli anni futuri. Oggi in Italia esistono ampie possibilità per chi ha meno di 35 anni, o condizioni familiari particolari, che permettono allo Stato di porsi come garante del prestito.

Perché ottenere un mutuo giovani è più difficile

Per ottenere un mutuo in Italia è necessario avere una buona situazione creditizia. Tale caratteristica si ottiene con un lavoro a tempo indeterminato, o comunque con un’attività autonoma che dia ottimi compensi nel corso del tempo, ben consolidata e sicura. Importante è anche percepire delle entrate sostanziose, il cui ammontare diviene via via più significativo all’aumentare del numero dei componenti di un nucleo famigliare.

Allo stesso tempo è importante anche avere a disposizione una cifra iniziale significativa, visto che oggi le banche sono poco propense a accendere mutui il cui ammontare superi l’80% del valore dell’immobile che si desidera acquistare o ristrutturare. Per chi ha un’età compresa tra i 24 e i 35 anni queste caratteristiche non sono sempre facili da ottenere, per questo motivo i mutui per i giovani che le banche accendono ogni anno sono solo una piccola percentuale del totale.

I vantaggi dati dal fondo di garanzia

Chi non rispondesse a tutte le caratteristiche sopra elencate si trova nella situazione di doversi trovare un garante. Un garante è qualcuno che si impegna a saldare le rate nel caso in cui il contraente del mutuo non fosse in grado di farlo autonomamente. In genere i giovani chiedono i propri genitori di fare loro da garanti, ma si tratta di una soluzione poco gradita. Chi desidera acquistare la prima casa lo fa anche per pesare meno sulle spalle della famiglia di origine; dover chiedere delle garanzie per il mutuo non rientra di certo in questo tipo di ottica. Fortunatamente lo Stato italiano ha istituito un fondo di garanzia, che consente non solo di richiedere un mutuo anche a coloro che non hanno tutte le garanzie creditizie necessarie, e di estendere il finanziamento al 100% del valore dell’immobile.

Chi può richiedere questo tipo di mutuo

Viene detto solitamente mutuo per giovani, perché il fondo di garanzia, che consente di scegliere lo Stato come garante di un finanziamento, è aperto a tutti coloro che hanno meno di 35 anni (basta anche un singolo membro di una coppia). Questa possibilità è però aperta anche ai genitori singole con almeno un figlio minore, o a coloro che vivono con un portatore di handicap. Il muto con il fondi di garanzia è richiedibile solo per immobili che fungeranno da prima casa, con un valore inferiore ai 250.000 euro.