‘Un calvario durato un anno…’: da Maria De Filippi la triste confessione dell’ex tronista Nicolò Brigante (Foto)

Nicolò Brigante si confessa al magazine di gossip DiPiù

I telespettatori non lo hanno più visto in televisione da quando a Uomini e Donne ha scelto Virginia Stablum. Stiamo parlando dell’ex tronista Nicolò Brigante che in questi anni, grazie alla popolarità ottenuta col dating show di Maria De Filippi è riuscito ad esaudire un suo grande desiderio.

Nell’ultimo numero eldel magazine di gossip DiPiù, il ragazzo ha rilasciato una lunga intervista parlando del suo passato doloroso. Andiamo a vedere nello specifico cosa ha raccontato. (Continua dopo la foto) 

Uomini e Donne
Nicolò Brigante e Virginia Stablum

Il calvario dellex tronista di Uomini e Donne

Quando era adolescente voleva fare a tutti i costi il calciatore. Ci è andato molto vicino, solo che ha 19 anni ha dovuto rinunciare al suo sogno. Il motivo? A DiPiù l’ex tronista Nicolò Brigante ha detto che gli è venuta sul piede una verruca e si è dovuto operare. Dopo ci sono state delle complicanze.

L’inizio di un calvario duranto un anno. Temeva che non sarebbe più tornato a camminare. Anche dal punto di vista sentimentale le cose non vanno per il verso giusto. Infatti dopo la fine della storia d’amore con Virginia Stablum, il ragazzo non ha più trovato la ragazza giusta. Parlando della sua ex scelta al Trono classico di Uomini e Donne, Nicolò ha detto:

“Tutto sembrava magico con lei, poi abbiamo fatto i conti la realtà: non avevamo nulla in comune e così ci siamo detti addio”.

Ora è single ma ha tanta voglia di innamorarsi di nuovo.

La nuova vita di Nicolò Brigante

Grazie al suo ruolo di tronista nel dating show di Maria De Filippi, Nicolò Brigante è riuscito ad ottenere popolarità in grande di farle mettere da parte una discreta somma di denaro. Il ragazzo insieme ad un suo caro amico hanno realizzato una loro linea di moda, diventando anche influencer su Instagram. Inoltre ha un sito dove fa recapitare in tutto il mondo dei prodotti siciliani.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!