‘E’ stato infernale, vorrei dimenticarlo…’: Al Bano Carrisi e il retroscena doloroso

Al Bano Carrisi ospite a Io e Te di Pierluigi Diaco 

Venerdì 21 giugno in occasione dell’ultimo appuntamento settimanale di Io e Te, il programma di Rai Uno condotto da Pierluigi Diaco, fra i vari ospiti c’era Al Bano. Il cantautore di Cellino San Marco ha parlato della vittoria al Festival di Sanremo insieme all’ex moglie Romina Power avvenuta nel lontano 1984. In quell’occasione la storica coppia trionfò col celebre brano ‘Ci Sarà’. Nel salotto del rotocalco di Rai Uno l’artista ha raccontato un aneddoto che riguarda i festeggiamenti a quella vittoria maturata ormai più di 30 anni fa.

L’aneddoto sul Festival di Sanremo vinto con Romina Power 

“Vorrei dimenticarlo, ma non riesco”,

ha detto il cantautore Al Bano. Quest’ultimo, inoltre, ha affermato che lui, Romina Power e Toto Cutugno erano nella stessa casa discografica. Tutti pensavano che avrebbe vinto quest’ultimo, ma il popolo con le schede del Totip ha premiato la storica coppia.

C’era il discografico che quella sera si divideva tra il loro ristorante in cui festeggiavamo e quello di Toto, che era molto arrabbiato ed è stato infernale. I fatti saranno andati davvero in questo modo? Chissà se Cutugno prima o poi si recherà nel programma di Rai Uno per raccontare la sua versione dei fatti.

Al Bano parla del suo rapporto con la religione e Dio 

Nel corso della lunga intervista a Io e Te, Al Bano ha parlato del suo rapporto con Dio e la religione cattolica in generale.

Come suo solito, il cantautore di Cellino San Marco in modo schietto ha detto al conduttore che da Dio si è allontanato un po’ nel periodo più brutto della mia vita tra il matrimonio con Romina Power che stava andando a rotoli e con una figlia, Ylenia, che è sparita nel nulla.

Ora, però, il rapporto è ottimo, ha un approccio diretto con il suo amico lassù, ha scherzato il Maestro Carrisi. Quest’ultimo ha fatto vedere al pubblico il uso lato spirituale affermando di essere un credente e praticante.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!