Nek, dedica commovente: “Senza di te non potrei vivere”

nek riarrangia laura non c'è

Inguaribile romanticone! Nek – nome d’arte di Filippo Neviani – ha dedicato uno splendido messaggio alla moglie, Patrizia Vacondio, per augurarle buon compleanno, con parole davvero toccanti e, perché no, commoventi. Sul suo profilo Twitter il cantante emiliano ha emesso un cinguettio dedicato alla dolce metà.

Nek: la dedica alla compagna Patrizia nel giorno del compleanno

Senza di lei – racconta – non avrebbe il sorriso, l’ottimismo e la curiosità di scoprire. Non proverebbe l’entusiasmo per vivere. Proprio così, lui vive perché ha Patrizia al proprio fianco e, ogni giorno, implora il Signore di preservarla in tutti i suoi passi. E per concludere, un buon compleanno “Amore mio” (scritto in carattere maiuscolo).

Al messaggio, traboccante d’amore, l’artista ha accompagnato un video montato attraverso foto e momenti di Patrizia e della coppia, sulle note di Io Ricomincerei. Il brano contenuto nell’album Prima di parlare – aveva spiegato Nek – racconta frammenti di vita concreti, tenuti insieme dall’unico collante efficace, ovverosia l’amore. Una dichiarazione semplice e al tempo stesso meravigliosa: inizialmente sommessa, quasi fosse risvegliata al risveglio, per poi tuonare con passione e convinzione, come se il mondo intero dovesse sentirla. 

Inseparabili dal primo incontro nella loro Sassuolo

Domenica 16 giugno Patrizia ha compiuto 46 anni. Il primo incontro con Nek avvenne durante una festa a Sassuolo (città natale di entrambi), all’epoca in cui il giovane cantante veniva da un settimo posto sul palco dell’Ariston con Laura non C’è. Da quel giorno non si sono più lasciati, malgrado i complicati momenti del passato. Con onestà l’interprete di Fatti Avanti Amore ha ammesso di aver tradito la compagna. Eppure, dignitosamente lei è stata in grado di perdonarlo e rimanerle accanto. Questo perché – hanno spiegato – sono fatti l’uno per l’altra, non tengono più l’altro all’oscuro.

A colpire Patrizia il fatto che lui non avesse mostrato rimostranze dopo aver sentito che era mamma di una bambina di un anno, Martina, oggi legatissima al padre adottivo, tanto da aver deciso di assumerne il cognome. Nel 2010 è arrivata dunque Beatrice, a cui è dedicata la canzone È con te.

Nek è tornato lo scorso mese sulle scene musicali italiani col nuovo disco Il mio gioco preferito, da cui sono stati estratti il pezzo sanremese Mi farò trovare pronto e La storia del mondo. Dall’8 novembre 2019 al 23 gennaio 2020 sarà impegnato nelle grandi città europee – tra cui a Parigi (26 novembre), Londra (1 dicembre) e Madrid (2 dicembre) – e nei principali teatri italiani.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!