X Factor 2019: regolamento rivoluzionato del talent show

X Factor 2019

X Factor 2019 fa capolino su Sky. Al via della nuova edizione (la tredicesima) si presenteranno in giuria tre nuovi nomi su quattro. Unica confermata Mara Maionchi, colonna portante del programma, mentre entreranno nel cast Malika Ayane, Samuel Romano dei Subsonica e Sfera Ebbasta. Il quartetto è attualmente impegnato nelle audizioni e proprio sulla fase sarebbero state varate interessanti modifiche al regolamento.

X Factor 2019: come cambia il regolamento

I fedeli telespettatori del talent avranno presente che nelle scorse annate bastavano semplicemente 3 via libera su 4 dai giudici, ma secondo il sempre ben informato TvBlog la situazione cambia. Fonti vicine riferiscono che esclusivamente con 4 sì il candidato accederà direttamente al Bootcamp, il penultimo step delle selezioni. Con 3 sì il concorrente rimarrà in stand-by, infine con 2, 1 o nessun sì sarà immediatamente eliminato.

Dei nuovi giudici Nils Harmann, Direttore Produzioni Originali Sky Italia, pensa che X Factor 2019 sia una rivoluzione in piena regola. Non era mai prima successo nella storia della trasmissione che il bancone sperimentasse una modifica così netta, puntando sulla eterogeneità perché opinioni diverse costituiscono sempre per loro un punto di forza. Gabriele Immirzi, CEO di Fremantle, loda il team e puntualizza che non ha paragoni in Italia.

Le parole dei giudici

Dietrofront per Mara Maionchi, che aveva detto di provare stanchezza. Lo pensava davvero – spiega – ma questo show le crea un turbinio di emozioni tanto quanto entusiasmo e intraprendenza. Lavorare alla sua età (78 anni ndr) nobilita, dà motivazioni e rinfresca.

All’esordio in un talent, Malika Ayane racconta che questo momento è di bilancio personale e sceglie con trasporto X Factor 2019. Un’esperienza che offre nuovi stimoli. Quella che Samuel Romano definisce una sfida, una scommessa. Nella trasmissione vorrebbe mettere in luce la musica che ama, costituita non esclusivamente da voci suadenti, ma pure di sonorità e contenuti, prestando particolare attenzione agli autori, oltre ovviamente ai cantanti.

Infine, Sfera Ebbasta ritiene che X Factor 2019 sarà il canale mediante cui raccontare chi è veramente, non il “sentito dire”. La trap raggiungerà un pubblico vasto e sfaterà vari pregiudizi. Di chi la sente e non la ascolta. Vuole lanciare un messaggio: se lavori e ci credi, puoi farcela.

Per il nono anno consecutivo Alessandro Cattelan prenderà, infine, la conduzione, ma non solo. Infatti da quest’anno entra nella squadra degli autori come creative producer. L’appuntamento con le audizioni è previsto nel mese di settembre su Sky Uno.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!