Festival di Sanremo 2020, Fiorello: “Amadeus indignati”

Festival di Sanremo 2020 Amadeus

Fiorello prende posizione su chi dovrà condurre il Festival di Sanremo 2020. Il 9 luglio prossimo la Rai annuncerà a giornalisti e inserzionisti pubblicitari i palinsesti della nuova stagione televisiva. Tra i temi caldi la kermesse canora. Sono settimane ormai che escono imperterritamente le indiscrezioni su chi sostituirà Claudio Baglioni.

In pole position Amadeus, una ipotesi che soddisferebbe illustri nomi del piccolo schermo quali Pippo Baudo, Maurizio Costanzo e Rosario Fiorello. Per festeggiare i 70 anni della manifestazione si pensa al celebre volto Rai, anche in virtù dei parecchi successi inanellati negli scorsi anni.

Tuttavia, non è l’unica pista. Difatti, stando a quanto asserisce il FattoQuotidiano.it, e accennato anche dal portale Tvzoom, l’ad Fabrizio Salini potrebbe investire della candidatura anche Alessandro Cattelan, presentatore di X Factor ed E Poi C’è Cattelan. Una nomina che rende teso il clima respirato a Viale Mazzini e rischia di attirare infinite polemiche sulla tv pubblica, tanto che alcuni dirigenti nei corridoi l’avrebbe già ribattezzata “la porcata”.

Festival di Sanremo 2020: corsa a due per la conduzione

Nulla di personale contro il conduttore di Tortona, un giovane e bravo professionista, gradito alla critica. Ma Alessandro Cattelan è un esterno e fino al prossimo dicembre sarà impegnato su Sky con X Factor, entrando, fra l’altro, in questa nuova edizione a far parte degli autori.

Il passaggio in Rai avverrebbe pertanto solo nel prossimo anno, anche se non sarebbe così scontato. Difatti, c’è chi sostiene possa tranquillamente rimanere a Sky ricevendo una deroga per lo sbarco in Liguria a febbraio. In realtà Salini aveva già avanzato rimostranze sull’impiego degli esterni e con un ingaggio “una tantum” prima che riapprodi alla piattaforma satellitar andre contro le sue stesse convinzioni.

Qualora dovesse saltare l’accordo con Amadeus per il Festival di Sanremo 2020, alcuni vorrebbero scommettere su Cattelan, affiancato però da un esperto direttore artistico. L’ex volto di MTV Italia è sconosciuto al pubblico generalista e l’eventuale approdo sul palco dell’Ariston scombussolerebbe gli equilibri interni alla rete.

Fiorello sta con Ama

L’ingaggio del presentatore, sostengono fonti vicine, starebbe incontrando le resistenze della direttrice di Rai1 Teresa De Santis e soprattutto di Rai Pubblicità. Prendendo spunto da un articolo pubblicato di La Repubblica – che sosteneva di un Carlo Conti indispettito qualora davvero Cattelan arrivasse – Fiorello ha tuonato su Instagram che dovrebbe essere Amadeus quello indispettito se lo prendono al Festival di Sanremo 2020. Ne uscirebbe scottato, ha dato il sangue per l’azienda e poi chiamano uno di Sky. Al suo posto lo showman ci rimarrebbe male, senza nulla togliere al bravissimo Alessandro Cattelan.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!