Silvia Toffanin: l’erede di Barbara d’Urso? Lei rifiuta

Silvia Toffanin

Silvia Toffanin avrebbe rifiuto ben tre prime time su Canale 5. Negli ultimi tempi le luci si sono accese sulla conduttrice di Verissimo e secondo Il Fatto Quotidiano ai piani alti del Biscione avrebbero spesso contattato la ex letterina. Con allettanti offerte avanzate da prestigiose produzioni tv, oltre che da Mediaset, immancabilmente declinate, almeno per quest’anno. È sua ferma intenzione concentrarsi esclusivamente sul Verissimo.

Silvia Toffanin: l’affermazione professionale con il caso di Pamela Prati e Mark Caltagirone

Dopo tredici anni del rotocalco, nella stagione appena terminata la 39enne ha toccato l’apice professionale. Il Prati gate ha fornito infatti visibilità a Silvia Toffanin, ma sotto una luce differente. Nessuno avrebbe immaginato che la conduttrice veneta, abitualmente garbata, dimostrasse “cazzimma”, per dirla alla napoletana. Lì è venuto a galla la grinta, in grado di mettere Pamela in un angolo e le ha concesso sconti inzigandola su parecchie questioni. Ha alternato empatia e umanità al contraddittorio giornalistico.

Restia a gossip, ospitate tv e interviste, il valore di Silvia Toffanin è meritatamente emerso. Un percorso più affine al giornalismo classico che al mero intrattenimento, anche se mai dire mai. Con il tempo ha cancellato qualsiasi impasse e, cucitoglielo addosso al meglio, Verissimo è sostanzialmente il Che Tempo Che Fa di Mediaset.

L’intervista a Michele Bravi mai trasmessa

A differenza degli altri salotti trasmessi sulle reti del Biscione, Silvia Toffanin prende le distanze nello stile. Un contegno, unito al senso di rispetto, che il pubblico apprezza enormemente. La decisione di non mandare in onda l’intervista a Michele Bravi dopo l’incidente costato la vita a una donna avvalora quanto detto. Una mossa potenzialmente svantaggiosa nello share. Altrettanto degni di nota l’incontro con Lory Del Santo in seguito al suicidio del figlio Loren, con domande in punta di piedi e senza pietismo. La consapevolezza ha dato una mano sia alla presentatrice che al programma.

Come per Paolo Bonolis è impossibile trovare un degno erede

La crescita professionale ha messo in evidenza Silvia Toffanin e sono fioccate le proposte. Abbandonerà mai il porto sicuro di Verissimo? Incalzata in un’intervista al Fatto Quotidiano, Alessandro Salem, direttore generale contenuti Mediaset, ha asserito che ci stanno pensando.

Silvia ha dimostrato di possedere notevole talento e la rete punta parecchio su di lei. È chiaro – ha concluso – che non può abbandonare: come per Paolo Bonolis e Ciao Darwin esiste una simbiosi tra lei e il format. Un passaggio di testimone risulterebbe complicato.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!