Daniel Leone, operato d’urgenza al cervello

Il portiere della Reggina, Daniel Leone, classe 1993, è stato operato d’urgenza giovedì mattina (16 ottobre) per un tumore al cervello.

Lo scorso sabato era regolarmente in panchina, a Matera nella sfida di Lega Pro, ma accusava forti dolori alla testa.

E’ stato il medico sociale della Reggina, Pasquale Favasuli, ad accompagnare Leone in ospedale per sottoporsi ad una TAC che ha mostrato un problema di grave entità e la necessità di un intervento d’urgenza per l’asportazione di una massa tumorale presente nel cervello del calciatore appena ventunenne.

Così, il portiere delle Reggina, napoletano ma cresciuto nel vivaio della società calabrese, è stato sottoposto, giovedì mattina, ad un delicato intervento presso gli Ospedali Riuniti di Reggio Calabria.

Fortunatamente, nello stesso pomeriggio, i compagni di squadra hanno potuto far visita al loro giovane collega.

“Oggi per noi è stata una giornata triste, la squadra – ha dichiarato il tecnico Foti – nonostante tutto, è riuscita ad affrontare questo momento con la spensieratezza e il sorriso, due elementi caratteristici di Daniel Leone. Nel pomeriggio di oggi, infatti – ha proseguito Foti – i suoi compagni sono andati a trovarlo e hanno potuto scambiare simpaticamente qualche battuta con Daniel. È stato un momento utile per lui e per l’intera squadra”.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!