Lingua di manzo in salsa piccante

Lingua di manzo in salsa piccante
Il piatto del giorno: lingua di manzo in salsa piccante

La ricetta di quest’oggi è quella della lingua di manzo in salsa piccante. Si tratta di un secondo piatto di carne non eccessivamente costoso, che però richiede una lunga preparazione, quindi dovrete organizzarvi con largo anticipo. Vediamo, dunque, come si realizza questa pietanza.

 

Ingredienti per 8-10 persone:

1 lingua di manzo

350 g di pomodori maturi

3 cucchiai di olio

50 g di burro o margarina

3 acciughe salate

100 g di olive verdi

1 cucchiaio colmo di capperi sotto sale

1 tazza di brodo

sale e pepe quanto basta

 

Preparazione:

Lavare la lingua, riporla in una terrina e coprirla di acqua. Tenerla a bagno per 24 ore, cambiando l’acqua 2 o 3 volte, poi ripulirla e spellarla (incidendo la pelle alla base della lingua e tirandola verso la punta).

Una volta spellata, rimetterla nella terrina (senza acqua) e cospargerla generosamente di sale. Tenerla a spurgare ancora per 24 ore, poi sciacquarla, asciugarla e rosolarla in olio e burro.

Farla dorare su tutta la superficie, poi aggiungervi le acciughe dissalate, diliscate e spezzettate. Pestarle con un cucchiaio di legno fino a ridurle in crema, quindi unire la polpa spezzettata dei pomodori pelati, le olive snocciolate, i capperi dissalati, sale, pepe e il brodo bollente.

Abbassare la fiamma e far cuocere per 2 ore e mezzo. Durante la cottura, sorvegliare che il fondo non si asciughi troppo col rischio di bruciare; se ciò dovesse accadere, aggiungere qualche mestolo di acqua bollente e proseguire la cottura. Servire la lingua affettata sottilmente e condita col suo saporito fondo di cottura.

 

L’appuntamento con la prossima ricetta è, come di consueto, fissato per domani; intanto, nell’augurarvi buon appetito, vi ricordo che, se volete restare aggiornati con i miei articoli di attualità, spettacolo e cucina, potete chiedermi l’amicizia cliccando qui e se siete alla ricerca di idee gustose per i vostri amici intolleranti al glutine, potete seguirmi mettendo il vostro like qui.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!