Selena Gomez, addio ai social ecco i motivi

Selena Gomez
Selena Gomez

Social, uso sbagliato di internet e messaggi sbagliati, la generazione di oggi è un flop

Selena Gomez, la regina di Instagram ha scelto di dire stop ai social; secondo la giovane star i social causano troppa virtualità, se utilizzati in modo sbagliato possono condurre alla perdita del contatto con la vita reale. Spesso attraverso l’utilizzo sbagliato di internet e dei social passano messaggi sbagliati che purtroppo causano problemi alla società.

La conferma di tutto ciò sta nella realtà che viviamo tutti i giorni. Lei ha un bacino di utenti molto ampio, si tratta di 152 milioni di follower ai quali oggi ha scelto di dire addio. Non sarà sicuramente una scelta comoda per un personaggio famoso come lei, molti l’hanno criticata e la criticheranno ancora.

La ragazza ha raccontato di aver eliminato qualsiasi applicazione social dal suo smartphone e di essersi affidata ad una persona a lei vicina per pubblicare contenuti che possono interessare ai suoi follower. Lo farà però di rado e soltanto per le cose più importanti, perchè non bisogna perdere i contatti è vero, ma non così.

Poi durante un’intervista al settimanale vero Selena Gomez ha confermato di essere preoccupata dal dominio che hanno i social nella vita di ognuno di noi, dato che occupano sempre più spazio nella nostra quotidianità. Il suo discorso non fa una piega, ha solamente 27 anni ma è sicura di ciò che vuole e sa di cosa parla.

Selena Gomez prende una pausa dai follower

Si è accorta, stando a contatto con follower di qualunque età che la generazione di oggi è devastata. Infatti si trovano sempre più spesso vittime di bullismo e piccoli bulletti capaci di esprimersi soltanto attraverso uno schermo e non faccia a faccia. Ecco quindi che secondo Selena Gomez bisognerebbe imparare a utilizzare le parole, porsi un freno, regolamentarsi.

Risponde poi a coloro che pensano che sarebbe utile e risolutivo porre delle regole a Facebook, Instagram e così via e dice che oggi è impossibile regolamentare il tutto e rendere i social sicuri. Questo andava fatto prima o comunque sarebbe stato carino e da persone civili e mature autoregolamentarsi.

Per arginare un fenomeno difficile da riprendere sarebbe bastato selezionare gli accessi e pubblicare meno contenuti scelti in base all’importanza. Tutto questo a partire dalle star che danno il principale esempio. Proprio loro dovrebbero scegliere di tenere più possibile della propria vita privata per sè e magari rendere pubblica solo una piccola parte della vita.

Invece la situazione sembra essere sfuggita di mano e tutti sanno e conoscono tutto, anche ciò che non servirebbe sapere.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!