Fabio Fazio: accetta il taglio di compenso, ma scoppia il caso

Fabio Fazio

Fabio Fazio accetta il taglio proposto dalla Rai. Non è però finita

Fabio Fazio scende a miti consigli e accoglie il taglio del compenso voluto fortemente dalla Rai. Il celebre presentatore accetta, anche perché ormai il clima creatosi attorno al conduttore era divenuto insopportabile. Difatti, più e più volte colleghi di notevole richiamo si sono schierati contro il collega. L’esempio più noto è quello di Massimo Giletti che ha lasciato la tv generalista per approdare a La7. Ma forse in procinto di compiere il percorso inverso.

Con simili premesse Fabio Fazio è stato quasi costretto alla sforbiciata del suo stipendio: glielo chiedeva l’Azienda, per cui ha da sempre lavorato. Non è però una punizione. Le riduzioni proposte dal neo amministratore delegato Fabrizio Salini toccano da vicino altri nomi di punta come Bruno Vespa e Carlo Conti.

La decurtazione dello stipendio era già nei piani

Da contatti con persone informate sui fatti, pare che Fabio Fazio, come riportata da Ansa e Adnkronos, abbia concordato il calo del compenso già due settimane fa. La notizia, diventata ufficiale solamente adesso, conferma così una disponibilità che il presentatore aveva già espresso in diverse occasioni. L’intesa con la Rai, nel caso del conduttore genovese, non riguarda un nuovo contratto bensì quello preesistente.

Su richiesta del nuovo ad Fabio Fazio ha accettato di tagliare il proprio compenso, ma in sinergia con lo staff dei collaboratori esprime dissenso, come riportato su Il Fatto Quotidiano e La Repubblica, riguardo alla riduzione del budget della prossima edizione di Che Tempo Che Fa, la quale, come già annunciato, traslocherà su Rai Due.

Verso fine maggio Fabio Fazio avrebbe discusso con Carlo Freccero, direttore del secondo canale, in un incontro descritto proficuo e molto positivo. Risolte le questioni con il conduttore, adesso da Viale Mazzini dovranno valutare se contenere o meno il budget della nuova edizione di Che Tempo Che fa. Il programma, oltre a Luciana Littizzetto, dovrebbe prevedere un’anteprima nel preserale della domenica.

Le critiche di Massimo Giletti

Ospite di Francesca Fagnani in Belve, Massimo Giletti su Fabio Fazio aveva asserito che ci sono procuratori estremamente abili, in grado di strappare contratti faraonici. Il doppio ruolo di presentatore e produttore affidatogli lo lasciava basito. L’ex anchorman del talk pomeridiano L’Arena aveva sottolineato delle disparità sul trattamento. Non riusciva, Giletti, a strappare anche piccoli aumenti per i collaboratori, nonostante raccogliessero ottimi ascolti. Qualcosa nel recente periodo deve però essere evidentemente cambiato.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!