Grigliate di carne e rischio tumori: gli accorgimenti da seguire

Le grigliate di carne all’aperto con l’arrivo dell’estate si fanno sempre più frequenti. Tuttavia la tradizionale  grigliata può nascondere insidie non da poco. In particolare secondo uno studio americano, se la cottura non avviene in modo omogeneo potrebbe aumentare il rischio di tumori. Ma andiamo a considerare nel dettaglio quanto è stato evidenziato da questo studio.

Carne alla griglia: come evitare i rischi per la salute

A mettere in guardia dai pericoli che potrebbero derivare da una grigliata fatta male è l’American Institute for Cancer Research, che ha diffuso un vero e proprio decalogo in merito.

Alice Bender, Senior Director of Nutrition Programs dell’istituto, spiega che diversi studi hanno evidenziato che seguire una dieta ricca di carne rossa e lavorata aumenta il rischio di tumore al colon. Inoltre aggiunge che grigliare la carne, sia essa bianca o rossa, ad alte temperature favorisce la formazione di sostanze fortemente cancerogene.

Queste sostanze cancerogene si formano sia sulla carne, in particolare nelle parti bruciate e sia per le goccioline di grasso che cadono nel fuoco, in quanto si trasformano in idrocarburi che vanno a posarsi, complice anche il fumo, sugli alimenti presenti sulla griglia.

Per evitare che ciò accada basta seguire alcuni accorgimenti. Il primo consiglio dato dagli esperti è di mettere sulla griglia non soltanto le carni rosse ma anche quelle bianche, il pesce e la verdura. Anche la marinatura è utile a diminuire i rischi. Inoltre se sia alternano carne e verdure sullo spiedo si riduce l’area che è esposta alla fiamma.

Inoltre durante la cottura dei cibi sul barbecue è importante uitilizzare delle spezie, in quanto contengono antiossidanti. E’ da limitare invece assolutamente l’esposizione al fumo. Nel pulire la griglia bisogna eliminare i residui di cibi che contengono una elevata concentrazione di sostanze cancerogene. E’ poi importante scegliere carboni di legni duri, in quanto brucia a temperature più basse. E’ preferibile scegliere le carni più magre e eliminarne il grasso prima della cottura. Inoltre durante la cottura girare spesso la carne aiuta a ridurre la formazione di elementi cancerogeni.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!