Caso Higuain: Non segna per un videogioco?

caso higuain
Higuain è ancora a secco in campionato

Il caso Higuain tiene sempre più banco in casa Napoli: l’argentino non riesce a trovare il primo gol in campionato che manca addirittura dalla partita con la Lazio del 13 aprile scorso.

Per fortuna del Napoli, Callejon appare in uno stato di forma strepitoso come testimoniano i 6 gol in campionato nelle prime 7 partite. Tuttavia il bel momento dello spagnolo non distoglie l’attenzione dalla crisi di Higuain che in campo appare nervoso, lento e anche un po’ macchinoso nei movimenti. In molti si interrogano sui motivi di questo scarso rendimento: c’è chi dice che l’attaccante non abbia ancora digerito il gol sbagliato contro la Germania nella finale mondiale, c’è chi dice che la causa del suo nervosismo sia l’eliminazione inaspettata dalla Champions e c’è chi dice che El Pipita stia ormai pensando al suo futuro lontano da Napoli.

Tutte ipotesi plausibili che si aggiungono ad un’altra ipotesi curiosa quanto suggestiva: la maledizione del celebre videogioco di calcio FIFA. Infatti pare che gli ultimi testimonial dell’edizione italiana del videogame targato EA Sports abbiano attraversato delle annate difficili proprio nella stagione in cui la loro immagine compariva sulla copertina del videogioco.

Il primo ad iniziare questa particolare serie fu Giorgio Chiellini che fu scelto come testimonial dell’edizione italiana di FIFA 10. La stagione per lo juventino fu molto deludente dato che concluse il campionato al settimo posto. Stessa sorte l’anno successivo, in occasione di FIFA 11, che vide nuovamente lo juventino piazzarsi al settimo posto della Serie A.

Per la copertina di FIFA 12 furono scelti il milanista Mexes e l’interista Giampaolo Pazzini e anche loro andarono incontro alla maledizione del videogioco: il difensore rossonero fu protagonista di una stagione incolore, mentre l’interista dovette affrontare un’annata nera dove riuscì a realizzare solamente otto reti.

Discorso diverso, invece, per Claudio Marchisio, testimonial di FIFA 13. Il “Principino” bianconero disputò comunque una grande stagione con la vittoria dello scudetto e la realizzazione di ben 8 goal, ma il centrocampista dovette anche affrontare un brutto infortunio ai legamenti del ginocchio e il fatto che il suo posto da titolare fisso cominciò ad essere insidiato dal talento di Pogba, il quale spesso faceva relegare in panchina il centrocampista azzurro.

Nell’anno di FIFA 14 fu Stephan El Shaarawy ad affiancare Leo Messi e il giocatore rossonero visse un’annata orribile a causa dei continui infortuni che lo videro scendere in campo solamente nove volte.

Se è vero più indizi fanno una prova…

 

 

 

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!
Articolo precedenteLingua di manzo in salsa piccante
Articolo successivoGoogle App: è rivoluzione!
Neolaureato in Ingegneria Informatica e ho una grande passione per la scrittura. Gestisco due blog personali: uno in cui pubblico tutorial per risolvere problemi per pc e l'altro in cui posto articoli di natura sportiva. Vanto una buona esperienza come copywriter e lavoro attualmente per siti come Freelancer.com, Melascrivi.com e Scribox e O2O. Vanto anche una breve collaborazione con il sito Goal.com.