Luigi Di Maio si scaglia contro la Coca Cola ed ecco il provvedimento che ha preso (FOTO)

Luigi Di Maio si scaglia contro la Coca Cola

Luigi Di Maio si scaglia contro la Coca Cola. Il ministro dello Sviluppo Economico e ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, nonché vicepremier, Luigi Di Maio ha lanciato la sua proposta per il mondo della scuola al Villaggio Contadino di Coldiretti a Milano. (Continua dopo la foto)

Luigi Di Maio

Dal palco, il leader del Movimento 5 Stelle ha dichiarato: “L’educazione alimentare si deve fare nelle scuole prima di tutto eliminando tutti questi distributori di cibo spazzatura che viene somministrato ai nostri figli, bambini e adolescenti”.

Poi, Di Maio ha aggiunto:

“Mia madre ha insegnato per anni, ho una famiglia di insegnanti e trovo assurdo che un bambino nel corridoio della sua scuola abbia ancora un distributore di Coca Cola o prodotti non made in Italy. Mettiamoci un bel distributore di succo d’arancia nei corridoi delle nostre scuole e facciamogli bere una bella spremuta d’arancia”.

Di Maio per le bibite e Salvini si difende dalle querele

Se Di Maio pensa alle Coca Cola, c’è chi si scaglia contro Salvini. Carola Rackete ha tracciato un bilancio dell’esperienza che l’ha vista recentemente protagonista alla guida della Sea Watch, alimentando la polemica col ministro dell’Interno e vicepremier Matteo Salvini.

Il sito de “La Repubblica” anticipa alcuni passaggi dell’intervista alla capitana della Sea Watch che sarà pubblicata sabato 6 luglio. Queste le parole di Carola Rackete:

“Con la Sea Watch abbiamo compiuto qualcosa di grande. Rifarei tutto. Non è vero che sono ricca, mio padre è un conservatore e abbiamo idee diverse”.

Poi, su Matteo Salvini, ha aggiunto:

“Il tono delle sue idee è pericoloso”.

Nelle scorse ore, il ministro dell’Interno e vicepremier Matteo Salvini aveva annunciato su “Twitter” di essere stato querelato da Carola Rackete:

“Infrange leggi e attacca navi militari italiane, e poi mi querela. Non mi fanno paura i mafiosi, figurarsi una ricca e viziata comunista tedesca! Bacioni”.

Il legale di Carola Rackete, Alessandro Gamberini, ha confermato di aver già preparato la querela nei confronti di Salvini.

Il Governo va avanti

Nonostante le problematiche dell’ultimo periodo, Salvini e Di Maio portano avanti il governo soprattutto con la loro grande sintonia, al di là delle scaramucce passate.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!