Ebola: Samsung donerà 3000 smartphone per supportare la ricerca!

Cari lettori di KK,
come ormai appurato, l’ebola non è una comune malattia, non è un comune virus, ma è nella maggior parte dei casi letale.
Nel mondo un po’ tutti si stanno impegnando a donare fondi per promuovere gli studi, finalizzati a cercare di trovare l’antidoto per annientare l’ebola. Come tutti, anche il colosso coreano Samsung farà un versamento, a modo suo: donerà infatti 3000 smartphone per supportare la lotta contro questo virus letale in Africa. L’azienda coreana metterà a disposizione 3000 Galaxy S3 Neo (dal valore complessivo di 1 milione di dollari), i quali verranno suddivisi tra tutti i medici di 60 centri specializzati in Liberia, Guinea e Sierra Leone (niente di meno che tre dei paesi più colpiti dall’epidemia). Per dare una spinta in più, tutti i dispositivi avranno preinstallata l’app UN’s Smart Health Pro (utile per tenere traccia dei dati medici) e potranno essere utilizzati dai pazienti in stato di quarantena per comunicare con i propri cari. In aggiunta a questa funzione, Samsung attiverà un servizio SMS in Sudafrica e finanzierà l’acquisto di tute hazmat in Ghana. Tutti gli smartphone verranno distrutti non appena l’epidemia si sarà placata. Sicuramente da parte di Samsung ci sarà uno sforzo non indifferente, ma che tuttavia non possiamo che apprezzare. Guardiamo con ammirazione allo sforzo economico di Samsung, nella speranza che possa essere d’esempio a tutte le altre aziende produttrici di smartphone (e non solo!), affinché si annienti per sempre questo virus che sta dimezzando l’intera popolazione africana.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!