Modello 730, ecco le scadenze di Luglio 2019 e tutte le ultime novità (FOTO)

Modello 730, ecco le scadenze di Luglio 2019

Modello 730, ecco le scadenze di Luglio 2019. Siamo nel periodo frenetico delle scadenze fiscali e gli ultimi termini per presentare le dichiarazioni dei redditi sono ormai agli sgoccioli. La dichiarazione dei redditi dei lavoratori dipendenti e dei pensionati si presenta con il modello 730, precompilato o cartaceo, e in tre modalità di invio. Tramite sostituto d’imposta, CAF e commercialisti o invio autonomo. (Continua dopo la foto)

Il sostituto d’imposta è il datore di lavoro per i dipendenti o l’ente pensionistico per i pensionati. Per chi si avvale di questo sistema di invio della dichiarazione dei redditi, il modello 730 va presentato entro la scadenza del 7 luglio, che essendo domenica è prorogata di diritto al primo giorno seguente non festivo, quindi lunedì 8 luglio. Chi ricorre al sostituto d’imposta per l’invio della dichiarazione dei redditi deve dare al datore di lavoro o all’ente pensionistico la delega per l’accesso al modello 730 precompilato. Oppure il modello 730 cartaceo già compilato.

Quando consegnarlo?

Va anche consegnata, in busta chiusa, la scheda del modello 730-1 per la scelta dei destinatari dell’8, del 5 e del 2 per mille Irpef. In questo caso si può utilizzare anche una normale busta di corrispondenza, indicando la scelta per la destinazione dell’otto, del cinque e del due per mille dell’Irpef”, con il cognome, il nome e il codice fiscale del dichiarante. Il contribuente deve consegnare questa scheda anche se non esprime alcuna scelta, indicando sempre il codice fiscale e i dati anagrafici.

Se si presenta il modello 730 congiunto insieme al coniuge, le schede 703-1 per la destinazione del contributo Irpef devono essere inserite in due buste distinte. Su ciascuna busta vanno indicati i dati del coniuge che esprime la scelta.

Entro la data dell’8 luglio, il sostituto d’imposta deve consegnare al contribuente una copia della dichiarazione elaborata e il prospetto di liquidazione. Quest’ultimo è il modello 730-3, in cui è indicato l’importo del rimborso che sarà erogato e delle somme trattenute in busta paga. Chi invece si è rivolto a un CAF (Centro di Assistenza Fiscale di un sindacato o associazione di categoria) o a un commercialista per la dichiarazione dei redditi, il modello 730 va presentato entro il 23 luglio.

Cos’è il Modello 730?

Il 730 è il modello per la dichiarazione dei redditi  destinato ai lavoratori dipendenti e pensionati. Il modello 730 presenta diversi vantaggi. Anzitutto il contribuente non deve eseguire calcoli e poi ottiene il rimborso dell’imposta direttamente nella busta paga o nella rata di pensione. Se, invece, deve versare delle somme, queste vengono trattenute dalla retribuzione o dalla pensione.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!
Franco Cellini: