La7 2019/2020: tutta la programmazione della stagione

La7
La7: i palinsesti 2019/2020

Rivelati i palinsesti di La7 2019/2020

Licia Colò si occuperà di ambiente e salvezza, Giletti triplicherà. Dopo Mediaset e Rai, anche La7 tira su il velo alla stagione televisiva 2019/2020 – come prevedibile – con poche novità. Del resto Urbano Cairo ha messo a punto la squadra da solo un anno e mezzo, così ben ripagato negli ascolti da confermare la linea editoriale.

Il patron ha evidenziato ascolti positivi in ogni fascia oraria, l’aumento del ritorno pubblicitario e il rafforzamento della “digital area” con il lancio della app e il rinnovamento del sito.

Con settembre si faranno trovare pronti i big dell’informazione, la specialità di La7 da cui non si vuole assolutamente deviare. Dunque vedremo all’opera Enrico Mentana con il telegiornale e le maratone negli eventi politici, Lilli Gruber con Otto e Mezzo, Giovanni Floris con di Martedì, Diego Bianchi con Zoto e Corrado Formigli con Piazza Pulita. E Giletti? Oltre a Non è l’Arena, confermato per domenica sera, il conduttore piemontese manderà in onda appuntamenti speciali e anche un’altra trasmissione in via di definizione.

Un pacchetto disegnato su misura per convincere a estendere l’accordo. Nella conferenza stampa di presentazione Cairo ha ammesso che altre reti corteggiavano Giletti (non l’ha esplicitato, ma senza dubbio c’è stato un riavvicinamento con viale Mazzini). Ma alla fine ha scelto di restare a La7 anche per qualche, allettante, licenza professionale. Non il massimo lo share (6,7% di media), risalito in crescendo nel solco della tv popolare, perciò riaffronterà le piazze.

Urbano Cairo e Antonella Clerici hanno parlato

Il mercoledì sera Licia Colò si alternerà con Atlantide di Andrea Purgatori. Non confermato, invece, Miss Italia. Spostandoci alle fiction, arriverà Our Godfather, docufilm sulla storia di Tommaso Buscetta in una serata evento introdotta da Mentana, e Chernobyl, pluriacclamata serie in onda su Sky.

La storia recente insegna che La7 è sempre ben disposta ad accogliere in squadra gli esclusi eccellenti delle maggiori emittenti. Per adesso non ce ne sono – fa sapere Cairo – ma aprono le braccia ad Antonella Clerici, a Corrado Guzzanti e alla Gialappa’s Band. E rivela:

“Antonella Clerici l’ho incontrata mesi fa al Festival della tv di Dogliani e le ho chiesto: ‘Quando vieni a La7?’, prima ancora di sapere che fosse ‘da salvare'”

La7: ascolti positivi

Magari ne parleranno. Con un personaggio come lei, Urbano Cairo sarebbe disposto a discutere di progetti per l’access prime time, una fascia su cui stanno lavorando. Per l’occasione Cairo ha ricordato l’incremento degli introiti pubblicitari del 6,2% negli ultimi cinque mesi e il quinto posto per dati Auditel in prime time, davanti a Rete 4 ed eguagliando Italia 1.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!