Disastro in diretta a Reazione a Catena, la preoccupazione di Marco Liorni: ecco cosa è successo (Foto)

Marco Liorni al veleno contro la Rai: 'E' accaduto qualcosa di...'

I Tre Forcellini combinano un pasticcio a Reazione a Catena

A Reazione a Catena è accaduto un vero e proprio disastro in diretta. Infatti i campioni del game show del preserale di Rai Uno, I Tre Forcellini, sono andati in panico all’Ultima catena perdendo il titolo. Dopo 25 giorni di permanenza nel programma condotto da Marco Liorni e 300 mila euro di montepremi vinto, i matematici di Padova hanno dovuto dire addio.

A rubare il titolo sono stati I Giù per Su, un trio composto da: Giulia, Raffaele e Giuseppe, che provengono rispettivamente dalla Sicilia (Bagheria), dalla Puglia (Bitonto) e dalla Calabria (Castrovillari). Ma andiamo a vedere nelle specifico chi sono in nuovi campioni.

Chi sono I Giù per Su, i nuovi campioni di Reazione a Catena? 

I Giù per Su sono stati in grado di battere I Tre Forcellini a Reazione a Catena. Il significato del loro nome di squadra è abbastanza singolare ed è legato alle loro origini. I tre ragazzi, infatti, studiano tutti a Torino, nonostante sia nati in delle regioni del Sud Italia. Per questo motivo hanno scelto proprio Giù per Su.

Nell’appuntamento andato in onda domenica 14 luglio 2019, i nuovi campioni sono riusciti a imporsi nell’ultimo gioco, quello dell’intesa vincente, proprio sui i tre matematici. (Continua dopo la foto)

I Giù per Su

Marco Liorni dispiaciuto per la sconfitta de I Tre Forcellini

“Siete stati straordinari. A presto, ovunque sia”,

ha dichiarato un emozionato Marco Liorni dispiaciuto per la sconfitta de I Tre Forcellini. Quest’ultimi, in un totale di 24 puntate di Reazione a Catena, sono riusciti a portare a casa un bottino pari a 300 mila euro.

Negli ultimi appuntamenti del game show di Rai Uno, però, erano stati già notati alcuni evidenti segni di stanchezza, con l’intesa tra i tre matematici che sembrava essere scemata. Fino alla sconfitta a favore de I Giù per Su nella puntata del 14 luglio scorso. Adesso, ai nuovi campioni spetta il compito di non fare rimpiangere i giovani padovani, che erano stati anche una garanzia in termini di ascolti per il programma condotto da Liorni.