Lisa Marzoli: “Mia figlia salvata da Santa Brigida”

Lisa Marzoli:
Lisa Marzoli: "Mia figlia salvata da Santa Brigida"

Dopo essere stata testimone di tante storie commoventi, Lisa Marzoli (40 anni) ha reso nota a Grand Hotel un fatto incredibile che ha avuto come protagoniste lei e la sua figlioletta Ginevra (20 mesi).

Ricordiamo come Lisa sia attualmente al timone de La vita in diretta estate assieme a Beppe Convertini. Svestiti i panni della conduttrice del popolare show campione di ascolti, Lisa si è presentata all’inviata di Grand Hotel Nadia Accardi nelle semplici vesti di mamma.

Lisa Marzoli: di tutto un po’ sulla conduttrice Rai

In edicola è uscito l’ultimo numero di Grand Hotel con un servizio su Lisa Marzoli. Il giornale ha pubblicato diversi scatti della conduttrice Rai assieme alla figlioletta Ginevra, avuta dall’imprenditore napoletano Franco Borrelli, che ha sposato il 17 aprile 2016. Lisa, intervistata da Nadia Accardi, ha raccontato:

“Quando è nata mia figlia aveva degli occhioni azzurrissimi e i capelli rossi di suo papà”

Lisa Marzoli ha proseguito:

“Mi ricordò subito la Ginevra di Camelot , la moglie di re Artù, ecco perché l’ho chiamata così”

Lisa Marzoli ha esternato la sua contentezza nel constatare come la sua piccola sia nata sana, in quanto i mesi di gravidanza furono un vero e proprio calvario.

Ginevra in pericolo di vita

Lisa Marzoli ha raccontato a Nadia Accardi la brutta esperienza vissuta durante la gravidanza:

“AL SESTO MESE MI È STATA DIAGNOSTICATA LA COLESTASI GRAVIDICA, UNA MALATTIA RARA CHE COLPISCE UNA DONNA SU VENTIMILA E CHE PUÒ ESSERE PERICOLOSISSIMA PER IL BAMBINO, IN CERTI CASI LETALE”

La colestasi è una grave patologia che si manifesta nell’inceppamento del fegato della donna in dolce attesa, che non riesce più a smaltire gli acidi biliari, che si disperdono per il corpo provocando danni molto seri. I segnali più frequenti della colestasi sono un forte prurito alle mani e ai piedi, stessi sintomi che ha vissuto la stessa Lisa Marzoli. Tuttavia, il rischio maggiore lo avrebbe corso la piccola Ginevra.

La devozione a Santa Brigida

Ginevra è sana e salva e il merito Lisa Marzoli lo dà a Santa Brigida. Una devozione, quella della Marzoli, che nacque sui banchi del liceo. Quando per la bimba, non ancora nata ma già in pericolo di vita, si stava perdendo ogni speranza, La conduttrice Rai ha raccontato:

“Supplicai Santa Rita di proteggere la mia bambina e di darmi la forza di arrivare fino al parto, quando la colestasi regredisce. E lei ha ascoltato le mie preghiere”

Lisa Marzoli spiega la nascita di Ginevra come un intervento divino da parte di Santa Brigida. Per tre mesi, i sintomi della malattia sono continuati, ma per fortuna non hanno inficiato in alcun modo sulla salute della bambina. Lisa ha detto che nel momento in cui ha potuto stringere al petto la sua bambina, il dolore è miracolosamente sparito:

“C’era solo un’immensa gratitudine nei confronti di quella Santa che è intervenuta in mio soccorso”

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!