Reazione a Catena: un fine puntata triste per colpa del “freddo”

Reazione a Catena

Le ultime puntate di Reazione a Catena hanno visti protagonisti svariati campioni. Purtroppo, dopo l’eliminazione dei Tre Forcellini, nessun trio è riuscito ad imporsi per un elevato numero di puntate.

Dai Giù per Su alle Tre Torri, nessuno di loro è entrato nel cuore come sono riusciti a fare i tre ragazzi di Padova, ormai assenti dal game show da quasi due settimane.

Gli attuali campioni del quiz sono le “Non ho l’età”. Stiamo parlando di Elisabetta, Serena e Silvia, tre simpatiche ragazze siciliane, che sono riuscite ad eliminare nella puntata del 22 luglio le Tre Torri. Il trio bolognese, che ha fatto fuori dal game di Rai 1 i Giù per Su (coloro che hanno eliminato i Tre Forcellini), ma che ha portato a casa solo poco più di 4000 euro. Le Non ho l’età sono campionesse da due puntate, ma purtroppo in nessuna delle due sono riuscite a vincere il montepremi finale.

Triste finale per la puntata del 23 luglio 2019

Le Non ho l’età, nella puntata del 23 luglio, hanno dovuto fare i conti con i Tutt a Post. Le tre ragazze sono riuscite a prevalere sia nell’intesa vincente, con un punteggio di 9 a 7, che nelle precedenti manche che le hanno permesso di partire per secondi nella fase del gioco decisiva per difendere o aggiudicarsi il titolo di campioni.

Nell’ultima catena, hanno risposto esattamente a tutte le parole, eccetto l’ultima che ha fatto calare il loro montepremi a 60.000 euro. Nell’ultima parola, il trio di campionesse ha comprato il terzo elemento, ma nonostante ciò non sono riusciti a dare la risposta esatta, che era Calcolatore. I due indizi “Freddo” e “Programma” non sono stati d’aiuto alle Non ho l’età che hanno considerato solo il terzo elemento, cioè Programma. Perciò, la loro risposta è stata “Canale”, purtroppo risultata errata.

Liorni imbattibile nella sfida auditel contro Gerry Scotti

Ormai Marco Liorni, con la sua Reazione a Catena, ha definitivamente allungato le distanze contro il competitor Caduta Libera di Gerry Scotti. Quest’ultimo programma, in particolare dopo l’eliminazione del campioncino Nicolò Scalfi, è definitivamente crollato negli ascolti a favore del quiz di Rai 1. In ogni caso, il biscione può definirsi comunque soddisfatto, infatti da decenni non otteneva nel preserale estivo risultati così positivi (quasi sempre superiori al 18% di share) e gli ascolti sono molto più alti dell’anno precedente, quando andava in onda in quella fascia la soap opera Il Segreto.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!