Maria De Filippi, ex tronista di Uomini e Donne cacciata dal ristorante con la figlia (Foto)

Uomini e Donne

Protagonisti di Uomini e Donne alle prese con i ristoranti

A quanto pare nelle ultime settimane i protagonisti usciti dal dating show Uomini e Donne sembrano avere qualche problemino con i ristoranti del nostro Paese. Il motivo? Qualche ora fa sul web si è sparsa la notizia dell’ex corteggiatrice del Trono classico che è stata presa in giro sui vari social network.

Tutto questo dopo aver chiesto una cena gratis ad un locale in cambio di visibilità. Ora, invece, è giunta un’altra news ma che riguarda una ex tronista. Di chi si tratta e cosa è successo? Nel prosieguo dell’articolo troverete tutti i dettagli.

Sabrina Ghio cacciata da un ristorante della Sardegna: ecco l’assurdo motivo

Nelle ultime ore Sabrina Ghio è finita al centro dell’attenzione per qualcosa che le è accaduta in un ristorante. L’ex allieva di Amici ed ex tronista di Uomini e Donne ha raccontato sul suo profilo Instagram di essere stata cacciata da un locale della Sardegna. Per quale ragione? Solo per aver portato con sé la figlioletta di soli sei anni, Penelope.

“Siamo in Sardegna, al Tanit. Un ristorante di Poltu Quatu che fino a pochi minuti fa reputavo meraviglioso. Non vogliono bambini, alle 10 di sera uno non può mangiare con i bambini. Ditemi se uno deve venire in Sardegna, se non è meglio andare andare ad Ibiza, Formentera o Mykonos”,

ha scritto la ragazza sul social network. Quest’ultima, inoltre, ha confessato che per lei il proprietario del ristorante non si merita più di avere altri clienti. Poi ha fatto un appello ai follower dicendo di non dare assolutamente in quel posto se fanno un viaggio in Sardegna. (Continua dopo la foto)

Sabrina Ghio cacciata da un ristorante della Sardegna

L’inchiesta di FanPage

A quel punto il sito internet FanPage ha raggiunto i proprietari del ristorante in questione per conoscere la loro versione dei fatti. I diretti interessati, però, hanno respinto ogni accusa:

“Dopo questa bufera mediatica, sono raddoppiate le prenotazioni. Non è vero che non prendiamo bambini. Non so con chi abbia parlato quella signora. Non stiamo replicando, mi spiace per la signora perché noi cerchiamo di accogliere tutti. Sarà stato un malinteso”.

Decisione che ha scatenato un vespaio di polemiche sul web e su tutti i social network.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!