Addio a Instagram e WhatsApp: la clamorosa decisione di Mark Zuckerberg nel cambiargli il nome

Instagram e WhatsApp

Instagram e WhatsApp cambiano nome: ecco il motivo

Sta arrivando una clamorosa rivoluzione riguardo il social più seguito al Mondo e la chat messaggistica più usata nel Pianeta. Ovviamente stiamo parlando di Instagram e WhatsApp. Stando alle ultime news, il proprietario Mark Zuckerberg, fondatore di Facebook, ha deciso di cambiargli il nome.

Per chi non lo sapesse entrambe le app appartengono al magnate americano che, dopo aver sfondato col primo social, ha acquisito entrambi. In pratica Zuckerberg vuol far vedere chi comanda.

Instagram from Facebook e WhatsApp from Facebook: la rivoluzione delle due applicazioni

Stando a quanto è stato scritto su The Information, che avrebbe parlato con il portavoce dell’azienda di Mark Zuckerberg, i due colossi Instagram e WhatsApp cambieranno nome. Quindi stando alle prime informazioni, le due app si chiameranno rispettivamente ‘Instagram from Facebook’ e ‘WhatsApp from Facebook’.

Una scelta ben mirata quello del fondatore di Face che farà ricordare anche visivamente ai miliardi di utenti in tutto il mondo che il merito del successo delle due popolari applicazioni è di Facebook. Ma non sono finite qui le novità e soprattutto cosa ne penseranno tutti gli utenti?

La clamorosa decisione di Mark Zuckerberg

Stando ad alcuni rumors, come riportato da Sky Tg 24, le due app Instagram e WhatsApp continueranno ad apparire sugli smartphone e tablet con il loro nome originario. In pratica gli utenti, sia sulla homescreen che nella tendina a scorrimento per visualizzare le notifiche vedranno sempre il logo originale. Mentre i nuovi nomi completi si vedranno con molta probabilità solamente nello splash screen, ossia sulla schermata di caricamento per l’apertura delle app.

“Vogliamo che sia più chiaro che i prodotti e servizi sono parte di Facebook“,

ha dichiarato il padron Mark Zuckerberg durante una conferenza stampa. Ricordiamo, infine, che la FTC aveva già multato di cinque miliardi di dollari il social network Facebook, in merito al rispetto della privacy dopo la scoperta di alcune pratiche e lo scandalo Cambridge Analytica.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!