Beverly Hills 90210: quando gli anni 90 sembrano dietro l’angolo

Beverly Hills 90210
Beverly Hills 90210

Beverly Hills 90210, il reboot

Il reboot di Beverly Hills 90210 è appena andato in onda, e già abbiamo i lucciconi agli occhi. Primo per il toccante ricordo di Luke Perry, il Dylan McKay emblema degli anni 90, che viene sapientemente nominato più volte nel primo episodio. Secondo perché rivedere i miti dell’adolescenza cresciuti, fighi e alle prese con i nostri stessi problemi (con le dovute proporzioni) risolleva il morale.

E terzo la sigla. Quelle note che scandivano i nostri pomeriggi su Italia uno, alle prese con una delle prime serie cult che ci tenevano incollati alla televisione sperando per un amore o un lieto fine. È sapore di infanzia o adolescenza, e nonostante tutto ne abbiamo bisogno.

I personaggi di Beverly Hills

La genialità di questo reboot sta nel cominciare con gli attori che in quasi 30 anno hanno cercato di uscire dai loro personaggi. Si gioca un po’ sugli stereotipi, ma in modo divertente e geniale. A dirigere il gruppo ci sono Donna e Kelly, ossia Tori Spelling e Jennie Garth, dalle quali è partita l’idea di tornare in tv con Beverly Hills.

Una scena molto toccante vede proprio Tori Spelling come protagonista. La donna riferendosi al fatto che Luke Perry non è più con loro, dice “noi non saremo qui per sempre ma abbiamo creato qualcosa che lo sarà”. Ed ha ragione da vendere. Per il momento abbiamo visto un gruppo di attori che si ritrovano e giocando sul pettegolezzo, non vanno per niente d’accordo. La realtà è moto diversa: in svariati video gli attori hanno dichiarato di essersi sentiti di nuovo a casa, come se il tempo non fosse passato.

 

Luke Perry

Questi reboot arriva a 5 mesi dalla morte di Luke Perry, che ha lasciato tutti sgomenti. Già da qualche mese prima della scomparsa, si parlava di una reunion e di una possibile nuova serie del celebre telefilm, e tanto Shannen Doherty quanto Luke Perry erano contrari. Proprio pochi giorni prima dell’ictus che lo ha colpito, il nostro Dylan aveva detto si. Poi purtroppo il destino ha scelto per lui.

La scena finale del primo episodio è un saluto a Luke, a Dylan, a un sogno americano in cui abbiamo creduto, a parte della nostra vita. Luke ci ha lasciati, Dylan rimarrà sempre con noi. Il reboot sarà all’altezza dell’originale? Non ci resta che seguirlo e farci un’idea!

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!