Con la pera l’intestino sarà puntuale sempre!

La pera è il primo frutto che si da ai bambini perchè è buona,  non da allergie e ha un’azione rinfrescante sull’apparato digerente.

La pera è ricca di zuccheri, soprattutto fruttosio ed ha un’elevata quantità di fibre in particolare contiene pectina, che ha la capacità di agevolare la riduzione del colesterolo; bisogna però dire che la caratteristica più importante  è quella di depurare l’intestino. Badiamo bene però al fatto che solo se consumiamo la pera arrivata a maturazione potremo beneficiare della sua proprietà lassativa, questo perchè il processo di maturazione fa diminuire la presenza dei tannini, che hanno un effetto astringente, e fa aumentare la quantità di zuccheri che stimolano il lavoro disintossicante del fegato e quindi a beneficiarne è l’intestino; ma sono soprattutto le fibre contenute nella pera che agiscono sul problema della stitichezza, per questo i nutrizionisti consigliano di consumarla sempre con la buccia, perciò preferite quella biologica in modo da diminuire il consumo di residui di pesticidi, l’effetto depurativo sull’intestino aumenta se la pera la mangiate cotta e magari all’inizio dei pasti. Una cosa importante è che potete tranquillamente magiare la pera anche alla sera perchè al contrario di altra frutta, non agisce negativamente sul sonno. I nutrizionisti consigliano ad esempio questo menù per combattere la stitichezza: pasta con lelenticchie e un finocchio cotto da far seguire ad una bella pera cotta. Se oltre al problema della stipsi soffrite anche di ritenzione idrica, aiutatevi mangiando la pera, un risotto ai porri e verdura cruda a piacere, questo menù è povero di sodio, ma ricco di potassio e vi aiuterà a sgonfiare la pancia stimolando la diuresi. Ma le proprietà magiche della pera non finiscono qui, infatti oltre a fibre e zuccheri, contiene anche sali minerali come calcio, fluoro, potassio e zolfo, capaci di fortificare le ossa; perciò la pera aiuta a prevenire l’osteoporosi e a migliorare il tono muscolare;  un menù ideale per fortificare le ossa potrebbe essere composto da pera, spaghetti con le vongole e radicchio grigliato con uvette e pinoli; mentre per tonificare i muscoli un pasto composto da pasta con i cavoli, pesce e la pera sarebbe l’deale. Per ultimo ma non meno importante la pera ha anche un’ottima azione ricostituente, mangiamo allora una zuppa di cereali che danno energia, polpette di carne che apportano proteine e ferro per combattere la stanchezza, più la pera che fornisce gli zuccheri.

Per fortuna la pera si trova in commercio tutto l’anno e ce ne sono molte varietà ad esempio la pera William  disponibile da agosto a novembre.

william

La pera Conference, dolce e succosa, disponibile da novembre a giugno.

conference

La pera Kaiser, succosa e croccante, ottima cotta, disponibile da novembre ad aprile.

kaiser

 

La pera Decana del Comizio,  dalla polpa dolce e gustosa, ottima per preparare marmellate e succhi di frutta, disponibile da ottobre a marzo.

decana

La pera Abate, dalla forma allungata e con la polpa bianca e profumata, disponibile da settembre a marzo.

pera abate

La pera Rosada, qualità invernale, tondeggiante e croccante, disponibile da ottobre a marzo.

pera rosada

e molte altre ancora, perciò approfittiamo e non facciamola mai mancare dalla nostra lista della spesa.  Per altre informazioni su questo frutto si può visitare il sito internet

http://www.tantasalute.it/articolo/pera-proprieta-benefiche-e-nutrizionali

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!