Grande Fratello, ex concorrente trovata impiccata, il marito: ‘Me l’hanno ammazzata…’ (Foto)

Ex concorrente del Grande Fratello Australia trovata morta

Nella giornata di ieri è arrivata una notizia sconvolgente che riguarda un’ex concorrente del Grande Fratello Australia. Purtroppo è venuta a mancare Miriam Rivera in Messico. Quest’ultima fu in assoluto la prima transessuale ad aver partecipato al reality show basato sulla convivenza con altre persone all’interno di una casa.

Stando alle prime news, la trans stata trovata impiccata nella sua casa a Hermosillo. Miriam era una 38enne ed era diventata popolare grazie al Big Brother. Fino ad ora non si conoscono le cause della sua morte. Stando alle prime ricostruzioni si tratterebbe di suicidio, ma il consorte della Rivera, Daniel Cuervo, è certo che sia stata ammazzata. (Continua dopo la foto)

Trovata impiccata Miriam Rivera

Gli inquirenti presumono suicidio, il marito afferma che si tratta di omicidio

La tragica morte di Miriam Rivera è avvenuta diversi mesi fa, precisamente il 5 febbraio 2019, ma la news è stata diffusa solo qualche giorno fa. Il marito della trans è convinto che la sua dolce metà sia stata assassinata dopo essersi rifiutata di prostituirsi. Infatti il suo omicidio sarebbe stato fatto passare per suicidio.

“La mattina del 5 febbraio, Miriam mi ha chiamato dal Messico”,

ha dichiarato Daniel Cuervo al Daily Mail Australia. Inoltre l’uomo ha riferito pure questo:

“Mi ha detto che si sentiva male e vomitava sangue, così le ho detto di andare in ospedale. Mi ha chiamato di nuovo prima di lasciare l’ospedale alle 12 e quella è stata l’ultima volta in cui abbiamo parlato”.

Le dichiarazioni del marito e dell’amica dell’ex gieffina

Due ore dopo la telefonata col marito, il corpo senza vita della Rivera è stato rinvenuto nella sua abitazione. Il consorte ha ribadito che la moglie sia stata cremata prima che potesse essere eseguita un’autopsia. In più ha detto ai giornalisti australiani di aver ricevuto minacce di morte mentre stava organizzando il funerale della sua dolce metà. Un uomo lo avrebbe chiamato dicendogli questo:

“Non tornare in Messico o uccideremo anche te”.

Anche Jeanett Ortoft, una cara amica della trans, non crede assolutamente che Miriam si sia tolta la vita:

“L’ultima volta che le ho parlato al telefono, poche settimane prima della sua morte, mi ha detto che si stava laureando e non vedeva l’ora di farlo. Voleva scrivere un libro sulla sua vita”.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!