Reazione a Catena, Marco Liorni lascia il pubblico allibito: ecco cosa ha fatto (Foto)

Reazione a Catena

Marco Liorni fa 54 anni e fa un regalo inaspettato ai suoi fan: eccolo 

La settimana scorsa Marco Liorni ha raggiunto un grande obbiettivo, ovvero quello dei 54 anni. Il conduttore di Reazione a Catena e di Italia Sì, per l’occasione ha ricevuto migliaia di messaggi d’auguri da parte di amici e seguaci. Per questo motivo l’artista romano, per ringraziare tutti coloro che lo hanno pensato, l’uomo ha fatto a loro un regalo inaspettato.

Nello specifico Liorni si è mostrato sul suo account Instagram quando era ancora un ragazzino. Nella foto in questione si vede sorridente e sempre con lo stesso sguardo dei giorni nostri. Il diretto interessato non ha svelato quanti anni aveva in quell’immagine, ma si è limitato a ringraziare tutti. Ovviamente il post è stato preso d’assalto dai follower che hanno lasciati dei likes e commenti.

L’iniziativa del conduttore di Reazione a Catena spiazza i follower

“Grazie a tutti per gli auguri (foto appena fatta eh!)”,

ha scritto Marco Liorni sul suo profilo IG. Nella foto postata sul social network i fan hanno potuto notare la giovinezza del conduttore di Reazione a Catena. Osservando bene l’immagine non si nota tutta questa differenza, e come se per lui il tempo si fosse fermato. Uno scatto che ha conquistato migliaia di mi piace e commenti di auguri. Eccone un paio:

“Augurissimi! In questa foto un bimbo”; “Auguri ad un giornalista, conduttore, autore rivoluzionario, che ha portato in un’apparente normalità tutta la modernità che lo consacrerà al pubblico di grandi e piccini per anni e anni nei secoli dei secoli felice di averti conosciuto!”.

(Continua dopo il post)

La preoccupazione di Marco Liorni su Reazione a Catena

Qualche giorno fa Marco Liorni ha rilasciato una lunga intervista al quotidiano napoletano Il Messaggero. Il conduttore capitolino ha parlato della sua nuova esperienza a Reazione a Catena. Ecco le sue parole:

“La mia preoccupazione è stata non rovinarlo. È un motore potente e durante i primi giri di pista ero molto accorto. Poi, quando mi sono sentito a mio agio, è diventato tutta un’altra cosa!”.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!