Kasia Smutniak: “Il mio sogno per Pietro Taricone”

Kasia Smutniak

Kasia Smutniak confida il suo sogno nel cassetto: coinvolge anche Pietro Taricone

Kasia Smutniak ha un sogno che riguarda Pietro Taricone, del quale fu la compagna prima che tragiche circostanze glielo portassero via. Appassionato di paracadutismo, l’ex gieffino, durante un lancio nella mattinata del 28 giugno 2010, a causa di una manovra azzardata o errata, precipitò al suolo in prossimità dell’aviosuperficie Alvaro Leonardi di Terni.

Ricoverato urgentemente presso l’ospedale locale in gravi condizioni, purtroppo non ce la fece. Oltre all’attrice, lasciò la figlia Sophie, nata il 4 settembre 2004. In un’intervista concessa a Freeda la bellissima polacca ricorda il vecchio amore.

Quasi vent’anni fa – confida Kasia Smutniak – viaggiarono in Nepal per fare trekking e si sono persi e qui, attraverso la Pietro Taricone Onlus, è riuscita a costruire una scuola. Hanno perso la cognizione del tempo e ci sono rimasti per quasi un mese. Sulla via del ritorno, in viaggio dal Mustang, discutevano tantissimo del fatto di aver seriamente contribuito a rendere migliore la vita di quelle persone con un’azione concreta.

Il futuro inizia oggi

Per due anni Kasia Smutniak ha girato cercando il progetto giusto e così ha potuto conoscere in maniera più approfondita il Mustang e ha pensato che in un posto privo anche dei beni necessari, dove non ci sono nemmeno gli ospedali, bisogna partire dalla base, ovvero da una scuola. Perché solo imparando, solo attraverso la conoscenza è possibile in qualche maniera crescere.

Il Mustang è un distretto del Nepal, esteso per una superficie di oltre 3mila km quadri e con circa 13mila abitanti (secondo le ultime stime, datate 2011), terreno di battaglie in passato. Fino al Novecento parte del Tibet, durante l’invasione cinese si trasformò in base e rifugio dei guerrieri che combattevano per il loro Paese.

Kasia Smutniak non chiede altro per i 40 anni

Martedì 13 agosto Kasia Smutniak ha tagliato un nuovo importante traguardo, compiendo quarantanni, e nell’occasione l’attrice si è augurata di mandare avanti il proprio sogno. Per lei questo momento è estremamente importante. E per il suo compleanno ha deciso di farsi un unico regalo, di esaudire il suo grande desiderio, ovvero:

“che la scuola possa andare avanti”

Ed è così che hanno iniziato una raccolta fondi circa un mese fa. Lei veramente non ha bisogno di nulla, non c’è regalo più grande che potrebbe chiedere. Il regalo più grande consiste nell’aiuto economico con la sua scuola. Dal 2011 Kasia Smutniak è in una relazione con Domenico Procacci, produttore cinematografico, fondatore della casa di produzione Fandango.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!
Manuel Magarini: Per info & collaborazioni: manuel.magarini@gmail.com