‘Un miracolo se sono ancora vivo…’: Caduta Libera, il dramma di Gerry Scotti

Caduta Libera

Gerry Scotti continua ad andare in onda con Caduta Libera Splash

Un paio di settimane fa Gerry Scotti ha festeggiato il suo 63esimo compleanno negli studi di Cologno Monzese. Il conduttore pavese, a differenza degli altri anni ha deciso di accettare la sfida di Mediaset, ovvero di passare l’estate 2019 sul piccolo schermo, impegnato ogni sera prima del Tg5 delle 20 con il game show Caduta Libera, ma in versione Splash.

Qualche giorno fa l’artista lombardo ha concesso una lunga intervista a Maria Volpe per Liberi Tutti. Zio Gerry ha parlato della sua infanzia difficile, della famiglia e della sua lunga carriera artistica in tv e in radio.

Il dramma del conduttore pavese

E se sul piccolo schermo Gerry Scotti sembra una persona molto pacata e calma, dietro i riflettori è un uomo abbastanza avventuroso. L’esperienza che poteva costargli cara l’ha vissuta nel 1988. Ecco il suo racconto:

“Con l’irruenza di un trentenne, non sapendo andare in barca a vela, l’ho guidata fino all’isola di Porquerolle. Ed è un miracolo se sono ancora vivo. Ma da allora più che mai il mare mi ha conquistato: è quel che amo in vacanza. Fare il bagno in mare, cucinarmi in barca. Leggere e ascoltare musica al largo. E poi la moto, la mia adorata Harley-Davidson”.

Gerry Scotti e il suo peso

Gerry Scotti non ha neppure paura della sua forma fisica. Infatti con gli anni il conduttore di Caduta Libera Splash ha aumentato in modo vertiginoso il suo peso arrivando agli attuali 110 chili. Un peso portato con distensione e appagamento ha riferito l’artista Mediaset.

“Vivo con grande serenità il mio quintale. Trascuro il mio corpo meno di quanto si possa credere, però, specie da una decina di anni. Faccio costantemente ginnastica tre volte la settimana, sono regolare negli orari, detesto mangiare quando capita; mi piace molto il cibo ma alle 23 non apro il frigorifero e non mi attacco al tubo della maionese. Ceno con amici, sono godurioso e sono convinto che le cose buone facciano meno male delle cose cattive”,

ha dichiarato zio Gerry riferendo che di ufficiale ha solo Instagram.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!