Hamish: il gatto di St. Andrews

Hamish il gatto scozzese
hamish gatto
Hamish accanto alla sua statua commemorativa

Bentornati, amici e amiche amanti dei felini! In questo nuovo post voglio raccontarvi la storia di Hamish, il gatto di St. Andrews.

Il protagonista di questa storia realmente accaduta è entrato nel cuore di tutti gli abitanti del quartiere di St. Andrews,  amava girovagare tra i negozi ed era stato adottato da tutta la comunità, inteneriva i turisti ed era diventato un grande amico degli studenti dell’Università più antica e prestigiosa della Scozia, la St. Andrews University. Nel giro di poco tempo la comunità si è resa conto del fatto che Hamish stava diventando una vera e propria attrazione turistica, decidendo quindi di scrivere un libro sulla sua vita domestico-randagia. Già, perché Hamish riusciva a sentirsi a casa ovunque andasse, grazie all’immenso affetto con il quale veniva sempre accolto.

Il successo di questo libro, intitolato “Hamish McHamish of St. Andrews: Cool Cat About Town”, superò le aspettative, diventando un successo nazionale e, grazie al fatto di essere scritto in lingua inglese, oltrepassò i confini nazionali, sfociando a livello internazionale. La comunità del quartiere ha deciso di ringraziare Hamish per come era riuscito a dare un’immagine nuova alla cittadina, tanto da decidere di raccogliere circa 6000€ per realizzare una statua in bronzo a grandezza naturale, posizionandola nella piazza centrale del centro storico di St. Andrews.

Molto probabilmente il nome di questa cittadina non vi suonerà nuovo, già, perché si tratta della città dove il Principe William e Hate si incontrarono per la prima volta e loro stessi rimasero travolti dalla fama del gattone Hamish!

Hamish: conosciamolo meglio

Nasce nel 1999 e viene presto adottato dalla reporter della BBC, principale notiziario inglese, Marianne Baird, trascorrendo il primo anno di vita principalmente nella casa della padrona. Ormai cresciuto, Hamish avverte un desiderio impellente di indipendenza ed autonomia e viene colto dall’irrefrenabile desiderio di esplorare la sua città, iniziando così ad uscire in avanscoperta. In un primo momento il gattone si aggira nel viale commerciale della città, entrando subito nei cuori dei passanti e dei negozianti che, vedendolo tornare ogni giorno, iniziano a dargli da mangiare. Passa il tempo e Hamish non manca mai al suo appuntamento con la gente del posto, tanto che inizia ad allontanarsi sempre di più dall’abitazione di Marianne, per giungere fino all’Università di St. Andrews e conquistando immediatamente l’affetto e la simpatia degli studenti, diventandone una vera e propria icona.

Marianne si accorge ben presto che il gattone non è più solo suo, ma appartiene a tutta la città, dunque un po’ a tutti e un po’ a nessuno e decide così di lasciarlo andare.

Gli anni continuano a passare ed esplode la tecnologia dei social network, così gli studenti universitari decidono di creare una pagina fan in onore del gattone Hamish. Esplode una vera e propria moda locale: la gente si fotografa con lui e posta gli scatti sui social network, i neolaureati si fotografano con lui e nasce l’Hamish mania. Considerata la prestigiosità dell’università di St. Andrews e il continuo cambio e traffico culturale, la pagina facebook dedicata ad Hamish cresce in modo strepitoso e, ad oggi, conta diverte migliaia di fan.

Se volete curiosare, questa è la pagina: https://www.facebook.com/HamishMcHamishOfStAndrews?fref=ts

Guai per il nostro Hamish

Nel mese di gennaio di quest’anno Hamish, giunto all’età di ben 14 anni, non è più in forma come un tempo e rimane vittima dell’attacco di 2 cani randagi, che lo hanno attaccato e azzannato, togliendogli la vita. L’intervento dei suoi amici è istantaneo, viene prontamente soccorso da due studenti e tutta la cittadina si mobilita, entrando in un lungo stato di ansia e preoccupazione, Hamish sopravvive e torna a scaldare i cuori dei suoi amici umani.

Gli elogi

Il 5 aprile di quest’anno, 2014, viene eretta una statua in bronzo per commemorare la vita del gattone Hamish e viene organizzata una splendida cerimonia in suo onore.

Hamish, amico, RIP

Eccoci giunti al finale di questa bellissima storia. L’11 settembre di quest’anno, quindi meno di 2 mesi fa, Hamish, ormai vecchio, stanco e segnato dalla sua sventura si addormenta, per non svegliarsi più. Il suo ricordo rimarrà per sempre nella memoria della gente che l’ha amato e accolto con tutto l’affetto possibile ed immaginabile.

Fine della storia, vi saluto con un miao molto malinconico.

Se volete approfondire la storia di Hamish, il gattone di St. Andrews, fatevi un giro sul sito http://www.gattoniamo.it/

 

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!