Nadia Toffa, le parole de Le Iene e della nipotina

Nadia Toffa
Nadia Toffa

Grande commozione ai funerali della Iena

Nadia Toffa, durante la giornata di ieri sono stati officiati i funerali della iena. La giornata del 16 agosto sarà per molti impossibile da dimenticare. Il funerale è stato celebrato da Padre Maurizio Patriciello che si è sempre messo in evidenza per la questione sulla Terra dei Fuochi in Campania.

Sono giunti a Brescia gli amici del minibar di Tamburi, tutti quelli dell’Ilva, gli amici, i colleghi, tutti i familiari. La presenza che ha sconvolto più di tutti è stato quella dei lavoratori dell’Ilva che hanno avuto a che fare con lei durante un servizio per Le Iene e che oggi non hanno voluto perdere l’ultima occasione di darle l’estremo saluto.

Ovviamente erano presenti tutti i suoi compagni di viaggio de Le Iene che subito dopo i funerali sono andati via davanti alla bara rendendo omaggio alla presentatrice. Davide Parenti autore TV ed ideatore de Le Iene ha deposto sulla bara la cravatta nera che è abbastanza simbolica per la donna.

Nadia Toffa, una guerriera che non si è arresa neanche di fronte all’evidenza

Davide Parenti ha poi fatto un discorso, ha raccontato che Nadia conosceva già il suo destino, nonostante questo però è andata avanti. La cosa drammatica era che nonostante conoscesse la sua fine, aveva deciso di accettarla e di continuare a lottare sempre su di morale. Nonostante le varie cure mediche e tutto ciò a cui veniva sottoposta anche nell’ultimo periodo continuava ad essere la più forte e la più entusiasta anche durante le ultime prove per il programma.

Durante le ultime puntate faceva fatica anche a camminare, però ha trovato la forza per fare balletti e partecipare a qualsiasi sketch. Ha fatto tutte le puntate saltando l’ultima perché le sue condizioni si sono aggravate. Ha voluto poi sottolineare che nella sua indole non c’è mai stato nulla di cattivo, ha sempre partecipato mettendosi in prima fila non per mettersi in mostra ma perché proprio lei era così, non si staccava mai avendo grande odio per le ingiustizie.

Max invece ha voluto ricordare le parole di Nadia che cercava di convincerli giornalmente che il cancro sarebbe andato via, che lei sarebbe guarita prima possibile e invece non è andata così. La nipote di Nadia ha voluto dire a chiare lettere che non vuole ricordarla come la Iena che tutti conoscono ma come la zia che in tutte le situazioni le dava i consigli migliori e che la sosteneva infinitamente. Insomma grande commozione e rabbia negli occhi e nei cuori di tutti. Un’immensa perdita.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!