Anna Falchi ‘scomparsa’: “Ecco perché non mi fanno più lavorare”

Anna Falchi
Anna Falchi

Che fine ha fatto Anna Falchi? Lo rivela a Il Corriere della Sera

Malgrado l’allontanamento dalla tv che conta, Anna Falchi non intende assolutamente chiudere come presentatrice e soubrette. In un’intervista rilasciata a Il Corriere della Sera, l’ex showgirl ha quindi rivelato di essersi reinventata con un progetto inedito, in onda sulla emittente locale Telenorba. Conduce un programma di cucina, intitolato Anna e i suoi Fornelli. E aggiunge: “Ho detto di no a tutti i reality”

Confessa l’ex di Max Biaggi e Fiorello, oggi impegnata in una relazione con Andrea Ruggieri, nipote del giornalista Bruno Vespa, nata nel 2012. Fa la pendolare da Roma: l’ha fortemente voluta Antonio Azzalini, un altro che, come lei, la Rai ha messo sulla propria black list. Il ripiego sulla rete pugliese è stata una decisione forzata per Anna Falchi, che da tempo lamentava la difficile collocabilità.

Il motivo per cui non trova più impiego

Il punto secondo lei consiste nel fatto che non rientra in scuderie. Non ha un manager, non va alle cene. E pertanto non si riesce a piazzarla: sostengono che sia troppo importante. Pertanto, rimasta a lungo in attesa di una chiamata, la donna ha accettato l’approdo su Telenorba, la sua principale occupazione.

Non si sente sfortunata o perseguitata. Ma, al contrario, equilibrata, normale, e in tv non capita spesso. Ha una figlia di 9 anni, ma diversamente da altre colleghi lei non potrebbe mai ritirarsi per votarsi unicamente alla famiglia. La differenza è che adesso, oltre a guadagnare, intende conservare una dignità artistica.

Anna Falchi e Fiorello: il primo incontro

Anna Falchi ha raccontato al settimanale Chi la nascita e la fine della relazione con Fiorello. Inizialmente abitava con il compagno a Roma e altri due suoi amici. Lui faceva il pianista nei villagi Valtur, con lo showman, che era un capovillaggio. Allora lei aveva raggiunto già una discreta notorietà. Lele Mora l’aveva chiamata nella sua agenzia: le organizzava ospitate nelle discoteche italiane.

Un giorno,  la chiamò per dirle di una serata in programma a Milano, purché prima avesse dovuto conoscere un suo amico, senza però svelarle chi fosse. Arrivata in città e, portata in corso Sempione, la macchina si fermò in un baracchino dove servivano panini squisiti. Ad aprirle la portiera era Fiorello: voleva svenire. All’epoca lui era già famosissimo, grazie al successo del suo Karaoke. Non lo aveva mai incontrato in vita sua, lo seguiva in tv su Italia 1: fu amore a prima vista.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!